Catanzaro, altro colpo a rete della droga e armi: 14 arresti VIDEO

Scattata all'alba l'operazione della Dda "All Ideas". I Carabinieri stanno eseguendo una ordinanza nei confronti di un'organizzazione dedita al traffico di stupefacenti a sud della città

Carlomagno campagna ottobre 2018

operazione all ideas I Carabinieri di Catanzaro stanno dando esecuzione ad una ordinanza di misura cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Catanzaro, su richiesta della locale Dda nei confronti di 15 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di stupefacenti in concorso e detenzione illegale di armi e munizioni. Gli arrestati sono quattordici, mentre per un indagato è stato disposto l’obbligo di dimora.

L’attività investigativa, condotta dal Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Catanzaro, ha permesso di disarticolare un potente sodalizio criminale operante nella zona sud del capoluogo.

Tutti i dettagli dell’operazione, in codice “All Ideas”, sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa presso la Procura della Repubblica di Catanzaro.

I nomi degli indagati nell’operazione All Ideas

In carcere sono finiti Marcello Amato, 43 anni, ritenuto il capo dell’organizzazione, attualmente detenuto ad Avellino; poi Carmine Amato, alias “Carminuzzo”, (44) Damiano Amato, (32); Gianluca Bevilacqua, detto Felice, (36); Donato Bevilacqua, inteso Mario, alias “u cecato”, (44); Fabio Buccino, (34) e Cosimo Morello, (57).

Agli arresti domiciliari vanno Fiore Bevilacqua, “u muntanaro”, 70enne di Acri (Cosenza); Fabio Bevilacqua (27); Federica Caroleo, (25); Anna Rosa Laganà, (38); Salvatore Laganà, (35); Eleonora Morelli, detta Monica, (36) e Annamaria Passalacqua (32). Obbligo di dimora per Fiorina Morello, 63enne madre dei fratelli Amato.

Lo scorso 20 febbraio era stato assestato un altro duro colpo ad un’altra organizzazione criminale per traffico di stupefacenti nel capoluogo Catanzarese. Con l’operazione “Passo di Salto” Polizia e Carabinieri eseguirono 47 arresti e quattro obblighi di dimora.