Truffa dello specchietto ad anziano, preso siciliano in trasferta


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

truffa specchiettoAncora una truffa dello specchietto in Calabria, questa volta a Gasperina, nel catanzarese. A finire nelle grinfie di un truffatore, un anziano di Montepaone rimasto vittima di un siciliano di Noto (Siracusa), F.S., 26 anni, con precedenti, che è stato arrestato dai carabinieri del posto con l’accusa di truffa aggravata.

Il modus operandi è la stesso di altre simili truffe. Il malvivente, una volta individuata la sua “preda” la aggancia simulando un urto inesistente per poi pretendere denaro per la riparazione. Nella circostanza, il giovane ha colorato il proprio specchietto con un pastello in cera dello stesso colore del veicolo dell’anziano, una Fiat Panda di colore blu.

A quel punto sono iniziate le indebite richieste di risarcimento all’anziano, ma è andata male perché proprio in quel momento il delinquente è stato notato dai militari in servizio di perlustrazione mentre importunava la vittima.

Una volta intervenuti, si sono subito accorti che si trattava di una truffa e lo hanno arrestato. Nell’auto del giovane, i militari hanno rinvenuto il pastello utilizzato per colorare il suo specchietto, contenuto probabilmente in una custodia dove vi sono molti altri colori che vengono utilizzati a seconda dell’auto della vittima di turno.

L’arrestato è stato accompagnato presso le camere di sicurezza della stazione, dove resterà fino all’udienza di convalida con rito direttissimo.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER