Arrestato 50enne a Cosenza per tentata estorsione

Estorsione, arrestato Candido Perri del clan Rango ZingariAvrebbe chiesto con metodi mafiosi un’estorsione di novemila euro a un commerciante cosentino. L’episodio si riferisce ad alcuni mesi fa. Gli inquirenti hanno ricostruito la tentata estorsione ritenendo Candido Perri, di 50 anni, il presunto responsabile.

Nel pomeriggio di oggi la Squadra Mobile gli ha notificato una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere in esecuzione a un provvedimento emesso dal Gip presso il Tribunale di Catanzaro, su richiesta del sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia del capoluogo calabrese, Pierpaolo Bruni.

Secondo l’accusa, l’uomo, pregiudicato, considerato vicino alla Cosca “Rango-Zingari”, si era presentato presso un esercizio commerciale di Cosenza, richiedendo, con metodi mafiosi, il pagamento di una somma di 9.000 euro.

L’episodio, verificatosi alcuni mesi addietro, è stato ricostruito dagli agenti della Squadra Mobile di Cosenza che, al termine dell’indagine, ha identificato e denunciato Candido Perri, che attualmente si trova recluso presso la casa circondariale di Cosenza.