Trasforma la casa in una centrale della droga, arrestato incensurato

Carlomagno campagna ottobre 2018

carabinieri serra marijuana paolaAveva trasformato la sua casa in una grande serra di marijuana, completa di tutti gli accessori per far crescere le piante, con camere “coibendate”, lampade alogene di terza generazione, riscaldamento e un sistema di irrigazione domestico, ma efficiente. La centrale della droga è stata scoperta dai Carabinieri della Compagnia di Paola nell’abitazione di un giovane incensurato del posto, P. P., 30 anni, che è stato arrestato e posto ai domiciliari con l’accusa di produzione e detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

E’ stato il giovane a fare insospettire i militari che lo avevano fermato durante uno dei tanti controlli stradali. Nel corso di una perquisizione veicolare e personale il trentenne è stato trovato in possesso di una dose di sostanza di marijuana ben nascosta all’interno dell’accendisigari dell’auto.

Le modalità particolari di occultamento, hanno indotto i militari a estendere una perquisizione a casa ed ecco che, in una rimessa in uso esclusivo all’uomo è stata scovata una vera e propria base operativa destinata alla produzione di marijuana, costituita da due serre da interno complete di tutte le attrezzature necessarie.

Ingente il quantitativo di sostanza stupefacente sequestrato: dodici piante di marijuana in fase di coltivazione – nove dell’altezza di un metro e mezzo, tre da mezzo metro – ed un quantitativo di marijuana corrispondente a 1.700 dosi.

Posti sotto sequestro anche un bilancino di precisione e fertilizzanti destinati alla coltivazione dello stupefacente. Dalla vendita dell’erba già prodotta ed in fase di coltivazione si sarebbero potute ricavare svariate migliaia di euro.