Occupazioni abusive, accordo in prefettura: sgombero tra qualche mese

Non ci sarà nessuno sgombero degli stabili di Via Savoia e dell'Hotel Centrale di Cosenza, occupati abusivamente da un'ottantina di persone. E' l'intesa raggiunta dalle parti in un incontro

Carlomagno campagna Fiat Marzo 2019
L'Hotel Centrale di Cosenza occupato da comitato "Prendocasa"
L’Hotel Centrale di Cosenza occupato da comitato “Prendocasa”

(ANSA) – COSENZA, 4 MAR – Non ci sarà nessuno sgombero degli stabili di Via Savoia e dell’Hotel Centrale di Cosenza, occupati abusivamente da un’ottantina di persone. Si è arrivati, infatti, ad una soluzione nell’incontro in Prefettura dove è emerso che per quanto riguarda lo stabile di Via Savoia, la Regione, che ne è proprietaria, ha concesso una proroga di ulteriori 6 mesi.

Per l’hotel Centrale si è arrivati ad un rinvio fino a fine maggio e, in seguito, alcuni degli occupanti saranno sistemati in uno stabile comunale e altri troveranno sistemazione in alloggi reperiti da palazzo dei Bruzi. Il comitato Prendocasa nei giorni scorsi aveva attuato una serie di proteste e occupazioni per sollecitare le istituzioni a trovare soluzioni ed evitare lo sgombero forzato.

Al tavolo, coordinato dal prefetto Paola Galeone, c’erano il questore Giovanna Petrocca, il sindaco Mario Occhiuto, le parlamentari Enza Bruno Bossio, Anna Laura Orrico e Jole Santelli, l’assessore regionale Roberto Musmanno e i rappresentanti di PrendoCasa.