Serie B, nella seconda interna il Cosenza capitola con la Cremonese: 0-1

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Nella seconda partita di fila al Marulla, il Cosenza ha perso di misura contro la Cremonese grazie ad un gol di Strizzolo allo scadere del primo tempo. Una sconfitta immeritata con i rossoblù che nel tentativo di recuperare lo svantaggio sprecano, ma anche pali e sfortuna lo hanno impedito.

Partono forte i lupi che al 4’ impegnano Carnesecchi con Gliozzi dal limite. Al 5’ prodigiosa parata di Carnesecchi ancora su Gliozzi lanciato a rete da Tremolada.

Reagisce la Cremonese al 13’ con un passaggio filtrante di Bartolomei per Valzania, Falcone salva uscendo con i piedi. Al 18’ Gaetano mette in movimento Gustafson che entra in area e va al tiro: conclusione centrale con Falcone che si rifugia in angolo.

Al 23’ apertura di Tremolada per Trotta che cerca l’angolo lontano senza trovarlo. Al 25’ traversone di Crecco per la testa di Gliozzi, Carnesecchi blocca sulla linea di porta.

Al 38’ palla interessante di Strizzolo per Gustafson che non mette veleno nel tiro e non impensierisce il portiere calabrese. Cremonese in vantaggio al 40’ quando Gaetano riceve da Fiordaliso, aggancia al volo e serve Strizzolo che insacca con un tiro radente da dentro l’area. Al 46′ Sciaudone ha l’opportunità per pareggiare i conti ma manda la sfera sopra la traversa.

La prima occasione della ripresa è confezionata dai grigiorossi con Gustafson che pesca Gaetano, il suo tiro è deviato in angolo da un difensore rossoblù (9’). Tra il 14’ e il 15’ Carnesecchi salva due volte la propria porta prima su un cross insidioso di Corsi poi sul colpo di testa di Tiritiello. Al 25’ Baez libera in area Nardi che impegna Falcone con un diagonale.

Al 44’ sugli sviluppi di una punizione Tiritiello colpisce la traversa, un minuto dopo è Baez, servito da Buonaiuto, a sparare a lato davanti a Falcone. Al 48’ altra traversa, stavolta è Castagnetti servito ancora da Buonaiuto ad alzare troppo la palla davanti al portiere calabrese.

Il Cosenza, dopo la vittoria di tre giorni fa contro l’Ascoli, è fermo a quota 32 in classifica. La zona è “calda” coi lupi inseguiti stretti da Ascoli e Reggiana (un punto) e a cinque lunghezze dal Pordenone (37). Domenica sera alle 19 la squadra di Occhiuzzi affronterà il Venezia in Laguna. Bisogna vincere.

Il tabellino

COSENZA: Falcone; Tiritiello, Idda, Legittimo (25′ st Sueva); Corsi (41′ st Bouah), Sciaudone, Kone (25′ st Bahlouli), Crecco; Tremolada (31′ st Sacko); Trotta, Gliozzi (1′ st Carretta). A disposizione: Matosevic, Saracco, Schiavi, Vera, Antzoulas. All. Occhiuzzi.

CREMONESE: Carnesecchi; Fiordaliso, Bianchetti, Terranova (1′ st Ravanelli), Zortea; Gustafson, Castagnetti, Bartolomei (16′ st Baez); Valzania (23′ st Nardi), Strizzolo (23′ st Ciofani), Gaetano (33′ st Buonaiuto). A disposizione: Alfonso, Volpe, Fornasier, Colombo, Ceravolo, Crescenzi, Celar. All. Pecchia.

ARBITRO: Ivano Pezzuto di Lecce (Pagnotta – Yoshikawa). IV UOMO: Ivan Robilotta di Sala Consilina.

MARCATORI: 41′ pt Strizzolo.

NOTE: Partita disputata a porte chiuse in una giornata soleggiata con temperatura di 15°C circa. Terreno di gioco in ottime condizioni. Ammoniti: 31′ st Corsi (CO), 39′ st Gustafson (CR), 43′ st Ciofani (CR). Angoli: 6-7 (pt 1-3). Recupero: 1′ pt; 4′ + 1′ st.

 

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM