Botte da orbi a Tropea per la proprietà di un bar, 4 arresti

Due famiglie contrapposte, due fratelli e padre e figlio, in una violenta rissa per la gestione di un locale. Alla fine i carabinieri li ammanettano e li portano ai domiciliari

Carlomagno Faro istituzionale

Botte da orbi a Tropea per la proprietà di un bar, 4 arrestiContrasti sulla proprietà di un locale ha scatenato stamattina un violenta rissa tra più persone in pieno centro a Tropea, nota località turistica in provincia di Vibo Valentia.

Il bilancio è di 4 arresti da parte dei carabinieri, che al loro arrivo hanno faticato non poco a dividere i litiganti in Piazza Ercole. Gli arrestati sono stati già protagonisti in passato di pesanti alterchi per via di un contenzioso tra due famiglie relativo alla proprietà di un bar in centro. Questa volta però il litigio è degenerato in rissa da strada e a quel punto, i militari, allertati dai cittadini, hanno dapprima calmato gli animi e poi portato tutti i protagonisti dell’increscioso episodio in caserma.

Al termine degli accertamenti i militari hanno dichiarato in arresto i fratelli Antonio Cortese, di 51 anni e Francesco (47), entrambi già noti alle forze dell’ordine, Francesco Pandullo (51), con precedenti, nonché il figlio Antonio (21).

Tutte le persone coinvolte nella rissa sono dovute ricorrere alle cure mediche a causa delle ferite che si sono procurate. Infine, su disposizione del pm di turno sono stati tradotti presso le loro abitazioni in regime di arresti domiciliari.