19 Luglio 2024

Insediato il governo Meloni. Passaggio delle consegne e primo Cdm

Correlati

Si è svolta a Palazzo Chigi la tradizionale cerimonia del passaggio di consegne tra il Presidente uscente, Mario Draghi, e il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni.
A seguire si è tenuta la prima riunione del Consiglio dei Ministri. Sabato 22 ottobre il nuovo Governo ha giurato al Quirinale nelle mani del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

La cerimonia
Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, accompagnata dal Consigliere Militare, ricevuti gli Onori militari, passa in rassegna il Reparto d’Onore schierato all’interno del cortile di Palazzo Chigi.

Dopo il saluto del Segretario generale della Presidenza del Consiglio, è condotta, attraverso lo Scalone d’Onore, nella Sala dei Galeoni, dove è accolta dal Presidente uscente, Mario Draghi, con cui raggiunge lo Studio Presidenziale per il passaggio di consegne.

Al termine dell’incontro riservato tra i due Presidenti, accedono nello Studio il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio uscente, Roberto Garofoli, ed il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio designato, Alfredo Mantovano.

Il Presidente del Consiglio Meloni e il Presidente Draghi, unitamente ai rispettivi Sottosegretari di Stato e al Segretario Generale, si recano nel Salone dei Galeoni dove avviene la cerimonia simbolica di consegna della campanella del Consiglio dei Ministri.

Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, rientra nello studio, mentre il Presidente uscente Mario Draghi, è accompagnato dal Consigliere militare nel Cortile d’Onore. Dopo gli Onori Militari da parte del reparto schierato, il Presidente Draghi lascia Palazzo Chigi.

Alle 12:30 c’è stato il primo consiglio dei ministri dove è stato approvata la proposta per i due vicepremier, Salvini e Tajani e la nomina di Alfredo Mantovano a sottosegretario alla presidenza del Consiglio. L’ex ministro alla transizione ecologica Roberto Cingolani lavorerà a Palazzo Chigi come consigliere per l’Energia.

Meloni in Cdm: “Uniti per affrontare le emergenze”

“Dobbiamo essere uniti per affrontare le emergenze che il Paese ha davanti”, ha detto il premier Giorgia Meloni ai ministri nel corso della riunione del Cdm a quanto riferiscono alcuni presenti.

Meloni si è insediata a Palazzo Chigi e ha presieduto il primo Consiglio dei ministri, aprendo la riunione con un sentito ringraziamento al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

La riunione, durata circa mezz’ora, doveva formalizzare la carica di vicepremier per Matteo Salvini e Antonio Tajani e nominare sottosegretario alla presidenza del Consiglio Alfredo Mantovano. I due vicepremier, nel corso del breve Cdm, avrebbero ringraziato la premier e avrebbero ribadito la loro volontà di tenere unita la coalizione, si apprende da fonti interne al governo. “E’ andato tutto bene”, ha detto il ministro delle Infrastrutture e vicepremier Matteo Salvini lasciando Palazzo Chigi.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Mosca: “Potremmo schierare missili nucleari in risposta allo spiegamento di razzi Usa in Germania”

Mosca non esclude di schierare missili nucleari in risposta allo schieramento di missili a lungo raggio statunitensi in Germania....

DALLA CALABRIA

Trentottenne trovato in possesso di oltre 8 kg di droga, in cella

Durante una perquisizione è stato trovato in possesso di oltre 8 chilogrammi di droga pronta per essere smerciata nelle...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)