25 Giugno 2024

Mosca: “Armi NATO da colpire in qualsiasi paese da cui la Russia può essere attaccata”

Correlati

I paesi della NATO che hanno approvato attacchi con le loro armi sul territorio russo dovrebbero essere consapevoli che le loro attrezzature e i loro specialisti verranno distrutti non solo in Ucraina, ma anche in qualsiasi punto da cui verrà attaccato il territorio russo. Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitry Medvedev sul suo canale Telegram, sottolineando che la partecipazione di specialisti della NATO potrebbe essere vista come un casus belli.

“Tutto il loro equipaggiamento militare e gli specialisti che combattono contro di noi verranno distrutti sia sul territorio dell’ex Ucraina che su quello di altri paesi, se da lì verranno effettuati attacchi contro il territorio russo”, ha avvertito Medvedev.

Ha aggiunto che Mosca parte dal fatto che tutte le armi a lungo raggio fornite all’Ucraina erano già “utilizzate direttamente da militari dei paesi della NATO”, il che equivale alla partecipazione alla guerra contro la Russia e alla ragione per iniziare le operazioni di combattimento.

Pertanto, ha affermato Medvedev, la NATO dovrà qualificare giuridicamente la distruzione delle sue attrezzature, strutture e militari in caso di “possibili attacchi di ritorsione <...> nel contesto degli articoli 4 e 5 del Trattato di Washington”.

Gli articoli 4 e 5 del Trattato Nord Atlantico, che ha creato l’alleanza, elencano le azioni dei paesi della NATO nel caso in cui qualcuno di loro sia minacciato, così come le regole della difesa collettiva del blocco. Secondo queste disposizioni, una minaccia contro un paese della NATO è percepita come un attacco a tutti i membri dell’alleanza. Allo stesso tempo, il documento non specifica cosa esattamente la NATO possa considerare un attacco o una minaccia, quindi stabilisce un meccanismo di consultazione per decidere una risposta.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

E’ libero Julian Assange, giornalista e fondatore di WikiLeaks

Il coraggioso cronista è stato rilasciato su cauzione dall'Alta Corte di Londra, annuncia WikiLeaks su X. Arrestato nell'aprile 2019 su mandato degli Stati Uniti nell'ambasciata dell'Ecuador in Uk, ha passato oltre cinque anni in una cella 2x3. Il suo crimine? Avere svelato storie di corruzione e verità scomode per l'establishment occidentale. La preoccupazione della moglie Stella: "Seguite l'aereo, non vorrei che qualcosa andasse storto"

DALLA CALABRIA

Ballottaggi in Calabria, affluenza domenica al 38,48%. Si vota anche lunedì

La percentuale dei votanti alle ore 23 nei tre centri della Calabria interessati al turno di ballottaggio per le...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)