16 Luglio 2024

Omicidio senegalese, arrestato calabrese: “Molestava la mia ragazza”

Il delitto avvenuto sabato sera a Corsico, nel Milanese. L'uomo si è costituito e ha confessato. In manette anche la compagna accusata di favoreggiamento

Correlati

I carabinieri accanto al corpo, ricoperto da un telo, del senegalese ucciso Assane Diallo
I carabinieri accanto al corpo, ricoperto da un telo, del senegalese ucciso Assane Diallo. (Ansa)

Un uomo di 47 anni di origini calabresi, Fabrizio Butà, è stato fermato durante la notte per l’omicidio del senegalese Assane Diallo ucciso sabato sera a colpi di pistola a Corsico, nell’hinterland milanese. L’uomo ha confessato davanti al pm Cristian Barilli.

Butà si presentato spontaneamente ai carabinieri nella tarda serata di ieri e avrebbe raccontato che, all’origine del delitto, vi sarebbero state ripetute molestie da parte del senegalese alla sua fidanzata. I due si sarebbero dati appuntamento sabato sera per risolvere la questione e, in un giardinetto di via delle Querce a Corsico, Butà ha sparato almeno dieci colpi, dei quali sei in faccia all’immigrato. L’uomo ha precedenti anche per un omicidio del 1998.

La sua compagna, di 36 anni, è stata arrestata per favoreggiamento personale, detenzione di arma illegale e possesso di stupefacenti. E’ nel suo garage che è stata trovata l’arma del delitto.

Diallo, 54enne sposato e con una figlia di 11, lavorava nel settore della sicurezza, talvolta anche in locali e aveva dei piccoli precedenti penali risalenti a oltre 20 anni fa per spendita di denaro falso. A dare l’allarme, intono alle 23, sono stai alcuni cittadini che hanno sentito il rumore dei colpi d’arma da fuoco. Nella zona non sarebbero presenti telecamere di videosorveglianza.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Mosca, declassificati documenti della Nato negli anni ’90. “Non un pollice verso Est”

Il portavoce del leader russo Vladimir Putin, Dmitry Peskov, ha detto di aver letto gli archivi declassificati pubblicati sui...

DALLA CALABRIA

Due gemellini neonati trovati chiusi in un armadio, choc in Calabria

Due gemellini neonati sono stati rinvenuti senza vita all'interno di un armadio chiuso, avvolti in un lenzuolo. È successo...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)