21 Luglio 2024

Via libera della Camera al governo Gentiloni. M5S, Lega e Ala fuori

Correlati

Da sinistra Alfano Gentiloni e Finocchiaro nell'aula della Camera
Da sinistra Alfano Gentiloni e Finocchiaro nell’aula della Camera (Ansa/Lami)

Con 368 voti a favore, il governo Gentiloni ha ottenuto la fiducia alla Camera. I voti contrari sono stati 105 mentre si sono astenuti M5s, Lega e Ala. L’esecutivo del neo premier deve incassare la fiducia al Senato, scoglio che si annuncia più complicato senza i 18 senatori verdiniani che hanno deciso di non votare la fiducia per “scarsa considerazione” ottenuta da Gentiloni.

Il Presidente del Consiglio nel suo discorso in Aula a Montecitorio ha definito il proprio un governo “di responsabilità” che durerà “fin quando avrà la fiducia del Parlamento”.

Gentiloni “rivendica” come un punto di forza quello che altri considerano “un limite”: la continuità con il governo Renzi e il “grande lavoro fatto”. Su due temi proverà a fare di più: il sostegno alla classe media disagiata e il Sud.

Aventino del M5s, della Lega e di Ala che sono usciti dall’aula. Il capo del governo si rivolge sul finale della sua relazione: “La politica è confronto, non odio o post verità. Chi rappresenta i cittadini non deve diffondere paure”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Presidenziali Usa 2024, Joe Biden si è ritirato dalla corsa per la Casa Bianca

Il suo passo indietro era atteso dai dem e dai media progressisti dopo la disastrosa debacle nel duello televisivo con Trump. Strali del tycoon: E' stato il peggior presidente di sempre. Ora comunque è più facile battere Kamala Harris". E lo speaker della Camera afferma che "il presidente deve dimettersi"

DALLA CALABRIA

Trentottenne trovato in possesso di oltre 8 kg di droga, in cella

Durante una perquisizione è stato trovato in possesso di oltre 8 chilogrammi di droga pronta per essere smerciata nelle...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)