Furti in casa con la key bumping, sgominata banda di georgiani

Furti in casa con la key bumping, sgominata banda di georgiani TORINO – Serrature aperte senza essere distrutte grazie ad un kit in grado di aprire ogni tipo di porta. La raffinata tecnica, nota come “key bumping”, ha consentito di mettere a segno diversi colpi in Piemonte. Tre bande di georgiani sono state smantellate dai carabinieri del Comando Provinciale di Torino, che hanno arrestato otto presunti ladri d’appartamento.

Gli indagati sono sospettati di avere messo a segno decine di colpi. I “maghi” dei furti sono tutti georgiani, persone discrete, che vestono bene, non si ubriacano, non fanno schiamazzi. Persone abituate a non attirare su di sé l’attenzione, ma sistematici nel preparare i furti.

Prima di entrare in azione studiano le vittime da vicino, ne memorizzano le abitudini e tengono d’occhio quelle dei vicini. Quindi focalizzano l’attenzione sulle serrature delle abitazioni e creano una chiave apposita, modificando i loro spadini, i cacciaviti e i grimaldelli per aprirle.

E poiché prediligono refurtiva non particolarmente ingombrante e che si possa trasportare in uno zaino (gioielli, portatili, macchine fotografiche o posateria) puntano complessi abitativi di un certo livello.

Key bumping, che cos’è – Il key bumping o key bump (chiave magica) è un metodo per aprire le serrature a cilindro di porte e lucchetti con una chiave detta “ad urto”, appositamente sagomata. Il metodo consiste nell’inserire nella serratura una chiave appositamente limata e utilizzarla come tensore; la chiave viene poi colpita con un qualsiasi oggetto rigido: questo fa sì che la forza dell’urto vada ad alzare i pistoni superiori oltre la linea di apertura facendo quindi scattare la serratura. Un metodo che consente di aprire le porte senza che appaia effrazione; una tecnica raffinata che ha permesso a svariate bande di rapinatori in Italia di svaligiare centinaia di appartamenti.

Come difendersi – Esistono comunque sul mercato cilindri di tipo antibumping, dotati di speciali molle interne e particolari costruttivi con caratteristiche che garantiscono l’immunità a questo tipo di attacco; questi cilindri, solitamente blindati, sono progettati in modo molto differente dai loro predecessori ed anche il costo lievita notevolmente.

Condividi

Rispondi