Roma, rapinatore incastrato dal Viagra. Arrestato dalla Polizia a Prati

Roma, rapinatore incastrato dal Viagra. Arrestato dalla Polizia a Prati
I poliziotti di Roma Prati con la refurtiva

Aveva la misura dell’obbligo di firma ma come “hobby” avrebbe avuto quello di fare il rapinatore. Mercoledì scorso, secondo l’accusa, ha rapinato una farmacia di via Andrea Doriaa, Roma Prati, ma è stato incastrato dal Viagra che in quantità aveva rubato. e’ stato scoperto e arrestato ancora con le scatole di pillole blu.

Da mesi gli investigatori del commissariato Prati, diretto da Domenico Condello, erano sulle tracce di B.M, sospettato di essere autore di alcune rapine commesse in diverse attività commerciali del quartiere Prati.
Appunto nell’ultimo colpo messo a segno mercoledì scorso, presso una farmacia di via Andrea Doria, ad incastrarlo, sono state proprio le numerose confezioni di xanax e viagra di cui si è impossessato prima di fuggire.

43 anni, romano, sottoposto alla misura dell’obbligo di firma presso il commissariato Monteverde, quando si è presentato per firmare, ha trovato i poliziotti ad attenderlo.

Gli agenti, infatti, appresa la notizia dell’ennesima segnalazione di un rapinatore presso una farmacia in via Andrea Doria, la cui descrizione corrispondeva all’uomo che stavano cercando, hanno deciso di verificare i loro sospetti.

L’arrivo di un taxi, con a bordo il sospettato, ha dato loro ragione. Sul sedile posteriore dell’auto infatti, sono stati recuperati i medicinali appena rubati, 45 proiettili a salve calibro 8, 1.000 euro ed un passamontagna nero.
Indosso invece nascondeva la pistola scacciacani utilizzata per commettere la rapina. Altre due pistole, un ulteriore passamontagna ed un coltello con una impugnatura a farfalla, sono stati rinvenuti all’interno della sua abitazione.

Le caratteristiche fisiche del fermato, comparate con le immagini acquisite nelle precedenti rapine, hanno permesso poi agli agenti di contestare e collegare all’uomo anche questi episodi. Arrestato per i reati di rapina aggravata continuata e porto abusivo d’armi, B.M, è stato poi associato presso il carcere circondariale di Regina Coeli.

Condividi