Droga, 11 misure cautelari ad Avellino

blitz- carabinieri Martedì mattina i Carabinieri della Compagnia di Avellino e della Stazione di Solofra, coadiuvati da militari del Comando Provinciale, del Nucleo Elicotteri di Pontecagnano e di unità antidroga del Nucleo Cinofili di Sarno, hanno dato esecuzione nei Comuni di Avellino, Solofra, Serino, Aiello del Sabato, Montoro e Torre Annunziata ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Avellino nei confronti di 11 persone indagate a vario titolo ai reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di furto in abitazione.

In particolare il Gip ha disposto per 5 persone la custodia cautelare in carcere; per altre 3 persone la custodia cautelare agli arresti domiciliari; per 2 persone la sottoposizione all’obbligo di dimora nei Comuni di residenza; per 1 persona la sottoposizione all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Le indagini hanno consentito di accertare l’esistenza di un fiorente spaccio di sostanze stupefacenti da parte di soggetti di Solofra e comuni limitrofi – di età compresa tra i 25 ed i 45 anni – i quali avevano intessuto una rete di contatti anche con soggetti della provincia di Napoli.

L’odierna esecuzione delle ordinanze è l’atto conclusivo di una lunga attività avviata nell’ottobre del 2015 allorchè i Carabinieri della Stazione di Solofra, dopo aver individuato nella frazione di Sant’Agata Irpina un’abitazione “meta” del “pellegrinaggio” di alcuni ragazzi, soprattutto nelle ore serali e notturne, accertavano l’attività di spaccio da parte di un soggetto avellinese detto “Stasio” o “Stanislao”, la cui figura era già emersa nel corso di precedenti indagini, indicato quale unico fornitore di droga di “ottima qualità”.

Gli accertamenti sono proseguiti, poi, fino al marzo del 2016, con attività tecniche, mediante l’istallazione di video-camera e con intercettazioni telefoniche a carico del predetto e della madre -sua fattiva collaboratrice- e di altre persone risultate a loro volta dedite ad un’intensa attività di smercio di sostanze stupefacenti, soprattutto del tipo cocaina e hashish in favore di soggetti provenienti dall’hinterland ed, in particolare, dai Comuni di Montoro e Solofra.

All’attività tecnica hanno fatto seguito gli accertamenti finalizzati all’acquisizione di riscontri oggettivi, mediante servizi di osservazione, pedinamenti e controllo, sequestro di sostanza stupefacente oggetto di cessioni e, in molti casi, l’assunzione di informazioni da parte degli acquirenti successivamente individuati, i quali, escussi, hanno reso articolate dichiarazioni in ordine agli spacciatori, fornendo altresì ampie indicazioni circa il loro modus operandi. Emergeva, all’esito, che i pusher ricevevano telefonicamente gli ordinativi di droga che veniva sottintesa o convenzionalmente indicata con diversi nomignoli.

Nel corso della suindicata attività, i militari hanno proceduto a segnalare alla competente Autorità amministrativa una trentina di giovani trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti appena acquistata dai pusher. Inoltre, nei confronti di 3 soggetti destinatari del provvedimento è stato contestato anche il reato di furto in abitazione.

L’odierna operazione costituisce ulteriore prova della forte e meritoria attenzione che il Comando Provinciale Carabinieri di Avellino presta al contrasto dell’attività di spaccio e consumo delle sostanze stupefacenti, come peraltro è emerso anche dai rilevanti risultati conseguiti di recente ed, in particolare, dai sequestri di ingenti quantitativi di droga operati negli ultimi mesi.