23 Aprile 2024

Il vento stacca la croce dal campanile e cade sull’auto del parroco

Correlati

Il forte maltempo che ha colpito a ripetizione il Veneto ha fatto crollare l’altra notte una grande croce in ferro posta in cima al campanile di Longare (Vicenza). Fortuna ha voluto che il pesante manufatto non abbia colpito nessuno. Meno fortunato il parroco: la croce è caduta sopra la sua auto, parcheggiata sotto il campanile.

La vettura è andata semi distrutta. Forse proprio per l’atterraggio “morbido” la croce ferrea ha riportato solo poche ammaccature.

“Vabbè che nostro Signore dice: ‘Ognuno prenda la propria croce’….ma non questa però” ha commentato il sacerdote, don Paolo Facchin, che al Giornale di Vicenza ha aggiunto: “adesso pazienteranno i parrocchiani, che pensano a un ‘segno divino’, se arrivo in bicicletta qualche minuto in ritardo per la messa nelle varie chiese dell’Unità pastorale”. A provocare il crollo potrebbe essere stato il vento, o anche un fulmine.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)