25 Giugno 2024

Muore bimbo indiano rifiutato da 2 ospedali. I genitori si suicidano insieme

Correlati

Il papà Laxmichandra e la mamma Babita con il loro figlio Avinash. Una grande tragedia che ha sconvolto l'India e commosso il mondo Bimbo indiano, bambino indiano morto febbre dengue
Il papà Laxmichandra e la mamma Babita con il loro figlio Avinash. Una grande tragedia che ha sconvolto l’India e commosso il mondo

Non hanno sopportato il dolore per la morte del loro figlio e i genitori si sono suicidati insieme lanciandosi dal balcone di casa. La tragedia è successa a New Delhi, la capitale dell’india. Il bambino asiatico, di sette anni, è morto a seguito della febbre “Dengue” dopo essere stato respinto da due ospedali.

I genitori, riferisce oggi il quotidiano “The Indian Express”, hanno deciso di farla finita per “disperazione” lanciandosi dal terzo piano di un edificio nel sud della metropoli.

Il bambino, di nome Avinash, è morto l’8 settembre scorso dopo che la mamma e il papà si erano visti rifiutare il ricovero in due importanti ospedali privati cittadini, il Moolchad Medicity e il Max Saket, ed era quindi stato ricoverato al Batra Hospital in condizioni ormai disperate.

Il giorno dopo aver cremato il piccolo, il padre Laxmichandra e la madre Babita si sono legati insieme i polsi e si sono gettati nel vuoto lasciando una breve nota: “Non è colpa di nessuno. È una nostra decisione”.  A scoprire i cadaveri sull’asfalto è stato un vicino. I parenti hanno raccontato che durante i funerali del bambino era sconvolta.

La notizia della morte del bambino e del suicidio dei genitori ha scosso e commosso tutto il Paese, con l’opinione pubblica contro il governo indiano che starebbe facendo politiche sanitarie discutibili, nonché contro i due ospedali che hanno rifiutato il piccolo Avinash. Se l’avessero ricoverato si sarebbe salvato.

Intanto, il governo di New Delhi ha aperto una inchiesta in cui sta indagando su cinque ospedali privati, ora sotto inchiesta. Lo ha fatto sapere il ministro della Salute di Delhi, Satyender Jain. Un caso che è diventato di dominio pubblico mondiale.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

E’ libero Julian Assange, giornalista e fondatore di WikiLeaks

Il coraggioso cronista è stato rilasciato su cauzione dall'Alta Corte di Londra, annuncia WikiLeaks su X. Arrestato nell'aprile 2019 su mandato degli Stati Uniti nell'ambasciata dell'Ecuador in Uk, ha passato oltre cinque anni in una cella 2x3. Il suo crimine? Avere svelato storie di corruzione e verità scomode per l'establishment occidentale. La preoccupazione della moglie Stella: "Seguite l'aereo, non vorrei che qualcosa andasse storto"

DALLA CALABRIA

Ballottaggi in Calabria, affluenza domenica al 38,48%. Si vota anche lunedì

La percentuale dei votanti alle ore 23 nei tre centri della Calabria interessati al turno di ballottaggio per le...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)