8 Dicembre 2021

Roma, pesce non tracciabile destinato al Sud. Sequestro di 2 ton

Stessa categoria

Roma, pesce non tracciabile
Il pesce sequestrato da Polizia e Guardia Costiera a Roma

Un’operazione della Polizia di Stato e della Capitaneria di Porto ha portato al sequestro di oltre 2 tonnellate di prodotto ittico di vario genere trasportate su un camion-frigo.

Il fermo del mezzo è avvenuto grazie all’attività di controllo svolta quotidianamente dalla Polizia Stradale di Roma Ovest che, nei pressi del casello autostradale di Maccarese sull’autostrada Roma-Civitavecchia, ha intimato l’alt al veicolo che procedeva in direzione sud verso Salerno.

Gli agenti della Polizia Stradale, aperto il vano posteriore dell’autoarticolato per procedere all’ispezione del carico, hanno fin da subito riscontrato numerose irregolarità: circa 240 cassette contenenti per lo più pesce azzurro destinato al mercato del Sud Italia, completamente prive di etichettatura e della obbligatoria documentazione di tracciabilità, che rendevano il prodotto ittico sostanzialmente “anonimo”, in difformità alle stringenti norme esistenti a tutela del consumatore.

Immediata l’attivazione del dipendente Nucleo specialistico della Capitaneria di porto di Roma, il cui personale intervenuto ha proceduto insieme alla Polizia Stradale al sequestro amministrativo della merce (2.240 kg).
Il prodotto sequestrato, dopo essere stato sottoposto a verifica da parte dell’Autorità sanitaria presso il C.A.R. di Guidonia che ne ha attestato la commestibilità, è stato donato in beneficienza ad alcune associazioni caritatevoli del comprensorio di Fiumicino.

Ancora una volta l’azione sinergica tra la Guardia Costiera e la Specialità della Polizia di Stato – che ha contestualmente elevato ulteriori sanzioni ai sensi del Codice della strada per irregolarità riscontrate sull’automezzo – ha consentito di mettere a segno un importante colpo nel contrasto alle illecite attività di commercializzazione di prodotti ittici, a beneficio della collettività e tutela del consumatore.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Pazienti Covid uccisi da farmaci letali. Alla sbarra ex primario. L’infermiere: “Mi rifiutai di uccidere”

Il medico arrestato a gennaio a Montichiari avrebbe ucciso deliberatamente tre pazienti e - secondo i racconti al processo di un infermiere - gli avrebbe ordinato di procedere con gli altri pazienti ma lui si è rifiutato. In uno scambio di messaggi: "Ma anche a te Mosca ha chiesto di fare Succinicolina e Propofol a chi sta morendo?". "Lo sta chiedendo anche ad altri per liberare posti letto"

Dai pm di Bergamo trapela l’ipotesi di ‘omicidio colposo’ contro Speranza e CTS

Storie di omissioni e trasparenza zero nella Bergamasca ad inizio della cosiddetta pandemia. Il mistero del report sparito e il ruolo dei supertecnici al ministero della Sanità. Pare sia indagato anche l'ex capo di gabinetto del ministro, misteriosamente dimessosi nei giorni scorsi. Dopo due anni di inchiesta sembra che l'epilogo sia vicino. Intanto gli italiani aspettano con fiducia

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER