1 Marzo 2024

Ricercatrice italiana trovata misteriosamente morta a Cambridge

Correlati

Simona Baronchelli
Simona Baronchelli in una foto tratta dal suo profilo Facebook

Una ricercatrice in biopatologie mediche di Vimercate (Monza e Brianza), Simona Baronchelli, è stata trovata morta nella sua camera d’albergo a Cambridge, a un centinaio di chilometri da Londra, dove si trovava per un congresso.

La morte, riferisce il quotidiano “Il Giorno”, risale a mercoledì scorso e la polizia inglese non avrebbe trovato tracce di violenza sul corpo della donna. La ricercatrice aveva 32 anni ed era borsista per il Cnr.

Simona Baronchelli, attivista di Emergency, secondo quanto riferito dal padre Luigi, era affetta “sin da piccola da allergie importanti, ma le sapeva gestire. Simona non aveva nemici”, ha aggiunto l’uomo.

“Non riesco neanche a ipotizzare che qualcuno possa averle fatto del male. Spero che i patologi mi diano ragione”. Specializzata in genetica applicata, Simona era impegnata in studi su cellule staminali.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Da Israele nuovo massacro a Gaza. Uccisi oltre cento palestinesi in coda per il cibo

Nuova carneficina dell'esercito israeliano nella Striscia di Gaza. Oltre cento palestinesi sono stati uccisi mentre erano in fila per...

DALLA CALABRIA

Traffico di rifiuti speciali tra Italia e Tunisia, numerosi arresti

Dalle prime ore di questa mattina, nelle province di Napoli, Salerno, Potenza, Catanzaro, personale della Direzione investigativa antimafia e...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)