Muore anziano e parenti scatenano rissa e sfasciano Pronto Soccorso

Carlomagno campagna novembre 2018

ospedale santa maria delle grazie pozzuoliI parenti di un anziano cardiopatico morto nel Pronto Soccorso dell’ospedale Santa Maria delle Grazie, di Pozzuoli (Napoli),  domenica pomeriggio hanno scatenato una violenta rissa alla notizia del decesso dell’uomo. Nel corso dell’aggressione alcune persone hanno riportato ferite. Gli autori hanno anche danneggiato suppellettili e materiale sanitario.

Il gruppo di persone ha schiaffeggiato e malmenato un infermiere, aggredito a calci e pugni una guardia giurata. Anche un carabiniere di una pattuglia intervenuta per sedare la rissa sarebbe stata colpita al volto.

I tre aggrediti sono stati costretti a ricorrere alle cure dei medici. Più grave la guardia giurata, che ne avrà per almeno 20 giorni per un trauma alla mascella. Sul posto sono intervenute diverse pattuglie di Carabinieri che hanno consentito la ripresa dell’ attività del pronto soccorso ed avviato le indagini per identificare i violenti. I sindacati hanno denunciato in un comunicato “l’ennesima aggressione a carico dei dipendenti”.

La condanna dell’Asl: “Aggressione vergognosa”

In merito all’aggressione verificatasi oggi al Pronto Soccorso dell’ ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, la Direzione dell’ASL Napoli 2 Nord esprime la propria vicinanza e solidarietà agli operatori coinvolti e alla guardia giurata ferita.

“Il mio primo pensiero va al personale del Pronto Soccorso e alla guardia giurata vittime di questa vergognosa aggressione”, dice il Direttore generale Antonio d’Amore. “Gli operatori coinvolti, nonostante l’episodio subito, hanno continuato a lavorare con professionalità e abnegazione assicurando l’assistenza ai pazienti fino alla fine del proprio turno. Credo che noi tutti dobbiamo essere grati a questi professionisti. L’ASL Napoli 2 Nord sarà al loro fianco costituendosi parte civile nei procedimenti contro chi si è reso protagonista di questa aggressione. Domani mattina sarò in ospedale per portare di persona la mia solidarietà e i miei saluti agli operatori del Pronto Soccorso. Purtroppo neanche il raddoppio della sorveglianza è servito.”

Il nuovo Pronto Soccorso di Pozzuoli è stato inaugurato lo scorso novembre ed è dotato di un completo sistema di videosorveglianza. Inoltre, per garantire la sicurezza, da circa un anno è stata raddoppiata la presenza della guardia giurata sulle 24 ore.

Il reparto di prima emergenza di Pozzuoli è un riferimento importante per l’intera area e per l’asse viario della Domitiana. Al Pronto Soccorso di Pozzuoli, nei soli tre mesi estivi si sono registrati circa 15000 accessi tra cui 149 pazienti in codice rosso, 90 infartuati e 2950 traumatizzati.