1 Ottobre 2022

Donna trovata morta la Vigilia di Natale: E’ omicidio. Arrestati figlia e nipote

La 78enne venne trovata senza vita a Montecassiano (Macerata). Il racconto dei parenti sul "ladro mascherato" non ha convinto gli inquirenti che hanno seguito un'altra pista che coinvolge tutti i familiari. La vittima aveva contattato un centro antiviolenza. Dall'autopsia soffocamento e costole rotte

Correlati

Rosina Carsetti venne trovata senza vita a Montecassiano (Macerata). Il racconto dei parenti sul "ladro mascherato" non ha convinto i pm
L’abitazione della donna uccisa, Rosina Carsetti (Ansa)

I carabinieri del comando provinciale di Macerata hanno arrestato la figlia e il nipote di Rosina Carsetti, la 78enne trovata senza vita la sera della vigilia di Natale 2020 a Montecassiano, in provincia di Macerata.

Si tratta di Arianna Orazi e suo figlio Enea Simonetti. Madre e figlio, rispettivamente figlia e nipote della vittima, sono accusati di concorso in omicidio volontario premeditato pluriaggravato dalla minorata difesa della vittima. I due arrestati sono finiti in carcere.

Coinvolto anche il marito 79enne della donna, Enrico Orazi, nei cui confronti, però, il giudice non ha disposto nessuna misura cautelare. I tre avevano raccontato che la morte di Rosina era avvenuta durante una rapina in casa, messa a segno da uno sconosciuto mascherato.

Un racconto non ritenuto credibile dagli inquirenti, tanto che i tre sono accusati anche di simulazione di reato. Pochi giorni prima del 24 dicembre, Rosina Carsetti si era rivolta, accompagnata da un’amica ad un centro antiviolenza a Macerata per fissare un appuntamento con una avvocatessa per gravi tensioni familiari.

Secondo il racconto dei familiari, riportato dal Resto del Carlino, la morte di Rosina Carsetti era avvenuta durante una rapina messa a segno da uno sconosciuto entrato in casa nel pomeriggio della vigilia di Natale, che aveva immobilizzato Arianna e il padre, legandoli.

Era stato Enea a liberarli, al ritorno a casa (dove vivevano tutti insieme) dopo avere fatto la spesa. A quel punto si erano accorti che la donna giaceva senza vita in cucina. La loro versione però non era stata ritenuta attendibile dagli investigatori.

Dall’autopsia era emerso che la 78enne era morta soffocata, con traumi da schiacciamento sul torace che avevano provocato la rottura di alcune costole.

Arianna Orazi è anche accusata di aver diretto ed organizzato la cooperazione dei complici nonché di maltrattamenti in danno della vittima Rosina Carsetti.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

La Russia annette il Donbass. Il discorso di Putin: “Èlite occidentali arroganti. Noi Potenza sovrana”

Il presidente russo: "Non c'è più spazio per il colonialismo e l'egemonia degli Usa. La Russia oggi è tornata ad essere una grande Nazione, una grande potenza millenaria, un Paese di civiltà, e non ha intenzione di vivere secondo le regole truccate e fasulle dell'Occidente"

Vaccini covid, clamorosa conferma di un team di scienziati: “Nei sieri c’è il grafene”

La dottoressa indiana Poornima Wagh, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di "vaccini" Covid di 12 marchi diversi. Trovato di tutto, tranne ciò che è scritto nei bugiardini delle case farmaceutiche: "Altamente inquinati"

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER