24 Gennaio 2022

Elezioni Austria, vince Van der Bellen, ma Hofer ha metà dei voti

Stessa categoria

Elezioni Austria, vince Van der Bellen, ma Hofer ha metà dei voti
Il trionfo di Van der Bellen alle elezioni presidenziali in Austria

Il “Verde” Alexander Van der Bellen ha vinto le elezioni presidenziali in Austria per un soffio: dopo che è pervenuto il voto per corrispondenza ha vinto con il 50,3% sconfiggendo l’ultranazionalista Norbert Hofer, staccato di soli 31mila voti. Tr i due è stato un testa a testa fino all’ultimo momento.

Hofer ha ammesso la sconfitta: “Sono rammaricato”, ha detto. Alle elezioni austriache c’è stata un’affluenza record di quasi il 73 percento. Un voto di massa che ha portato l’esponente dell’estrema destra a sfiorare la vittoria sui temi dell’immigrazione, in questi ultimi mesi molto sentito in Austria.

L’Europa è stata con il fiato sospeso in attesa dello spoglio del voto per corrispondenza. Il candidato dei Verdi, Alexander Van der Bellen, l’ha spuntata al fotofinish sul Fpo di Norbert Hofer. Ma il volto gentile della destra xenofoba è stato in vantaggio con il 51,93% dei voti reali davanti a Van der Bellen, che arrivava al 48,07%. Lo spoglio delle oltre 800mila buste elettorali ha ribaltato la situazione, ma il dato politico è già incontrovertibile: un austriaco su due sostiene l’estrema destra in Austria, alla stregua di molti paesi europei, in testa la Francia della Marine Le Pen.

Gentiloni, sospiro di sollievo per Ue e Italia – La vittoria del candidato Verde alle presidenziali austriache fa “tirare un sospiro di sollievo” all’Europa e “certamente lo tiriamo anche noi italiani perché indubbiamente l’Austria è uno dei paesi con cui siamo più collegati, un paese vicino ed amico”. Lo dichiara il ministro Paolo Gentiloni. Lasciando la riunione del Consiglio Esteri, definisce la vittoria di Van der Bellen “una notizia positiva” ma, aggiunge, “non dobbiamo sottovalutare che la metà degli elettori si è espressa in un altro senso. Una lezione a partiti tradizionali”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Si sottopone alla prima dose e muore poche ore dopo

Un web designer 54enne contrario al siero è stato costretto a inocularsi dopo l'obbligo per gli over cinquanta varato dal governo. I medici parlano di arresto cardiaco, ma la famiglia denuncia: "Ora vogliamo verità e giustizia". Disposta l'autopsia

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER