1 Marzo 2024

Scontro tra bus e camion cisterna in Messico, 24 morti

Correlati

Scontro tra bus e camion cisterna in Messico, 24 mortiCITTA’ DEL MESSICO – Almeno 24 persone sono rimaste uccise in un incidente che ha coinvolto un autobus e un Tir cisterna carico di carburante nei pressi della costa del Pacifico nel sud-ovest del Messico.

L’incidente ha causato l’esplosione della cisterna, uccidendo il suo autista. Nell’incendio sono bruciate vive alcune delle vittime, mentre alcuni dei sopravvissuti sono riusciti a mettersi in salvo dal veicolo in fiamme.

La polizia, scrivono i media locali, ha riferito che l’autobus stava trasportando 36 passeggeri, alcuni dei quali turisti, verso Ixtapa-Zihuatanejo Guerrero, zona vacanziera sulla costa, quando per cause ancora poco chiare, i due mezzi si sono scontrati. Il camion cisterna proveniva dal porto di Lazaro Cardenas.

La collisione tra il bus e il tir è avvenuta nei pressi della città di Petacalco al confine tra gli stati di Guerrero e Michoacan. I feriti, una decina, sono stati trasportati in ospedale.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Il ministro russo Lavrov risponde a Macron: “Le truppe occidentali sono già in Ucraina”

Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, citato dalla Tass, risponde al presidente francese Macron su un eventuale invio...

DALLA CALABRIA

Traffico di rifiuti speciali tra Italia e Tunisia, numerosi arresti

Dalle prime ore di questa mattina, nelle province di Napoli, Salerno, Potenza, Catanzaro, personale della Direzione investigativa antimafia e...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)