“Tutti gli ebrei devono morire”, poi spara in Sinagoga: 8 morti

Strage di un folle a Pittsburgh, in Pennsylvania (Usa). I morti confermati sono otto. Il killer è stato bloccato e arrestato. Aveva gridato slogan antiebraici

Carlomagno campagna ottobre 2018
Polizia Usa davanti la Sinagoga di Pittsburgh
Polizia Usa davanti la Sinagoga di Pittsburgh (foto da Cnn)

Un uomo armato ha aperto il fuoco all’interno della sinagoga “Tree of Life” di Pittsburgh (Pennsylvania, Stati Uniti) e, stando alle prime indicazioni riferite dai media americani, sono almeno 8 i morti confermati.

L’uomo armato avrebbe sparato anche contro gli agenti di polizia accorsi sul posto, tre agenti sono rimasti feriti. Il killer è stato poi bloccato e arrestato. Il presidente Donald Trump sta seguendo gli eventi di Pittsburgh e su Tw scrive: “Se siete nell’area di Squirrel Hill restate al riparo”.

Secondo quanto riportano alcuni media internazionali, prima di sparare l’uomo avrebbe urlato, entrando nella Sinagoga: “Tutti gli ebrei devono morire”.

La Polizia di Pittsburgh citata dalla Cnn aveva detto in precedenza che c’erano state “più vittime”. Gli agenti sono stati inviati sulla scena dopo aver ricevuto segnalazioni di colpi di arma da fuoco attivi nella sinagoga.