19 Aprile 2024

Raid israeliani sul campo profughi palestinese in Cisgiordania, vittime e feriti

Correlati

Le forze di difesa israeliane (IDF) hanno affermato di aver colpito il campo profughi palestinese di Nur Shams in Cisgiordania, uccidendo diversi militanti e ferendone molti altri. Lo riferisce l’agenzia Tass citando fonti militari israeliani. L’offensiva militare si estende quindi anche nella West Bank.

“Un aereo delle forze di difesa israeliane ha colpito una squadra di terroristi armati che minacciavano la sicurezza dei soldati che conducevano un’operazione di terra nel campo di Nur Shams. Diversi terroristi sono stati uccisi nell’attacco”, ha detto l’IDF su Telegram. Secondo l’IDF, l’attacco faceva parte di un raid israeliano nel campo profughi dove si ritiene vi siano miliziani di Hamas considerati “terroristi”.

“Le forze di sicurezza sotto la direzione dell’Agenzia per la sicurezza israeliana sono operative fin dal primo mattino in un’operazione di lotta al terrorismo nel campo profughi di Nur Shams. Le forze stanno lavorando per arrestare le persone ricercate, contrastare l’infrastruttura terroristica e confiscare le armi. Quindi Finora sono state arrestate circa 10 persone ricercate, sono state distrutte diverse cariche pronte trovate dalle forze dell’ordine, vi è stato inoltre uno scontro a fuoco con uomini armati e sono stati lanciati esplosivi contro le forze dell’ordine. Diversi soldati sono rimasti feriti”, ha detto l’IDF.

Non cessano gli attacchi nella Striscia di Gaza: Morti e feriti

Le forze di israeliane hanno lanciato una raffica di attacchi aerei su varie località della Striscia di Gaza, provocando dozzine di vittime e feriti tra i civili palestinesi, compresi bambini, secondo il corrispondente Wafa.

Gli attacchi più violenti hanno preso di mira il quartiere di Yarmouk nella città di Gaza, la città centrale di Deir al-Balah e la città meridionale di Khan Yunis, provocando numerose vittime.

Fonti mediche citate dall’agenzia hanno riferito che almeno sette palestinesi sono stati uccisi in un attacco aereo contro un edificio residenziale a Khan Yunis, portando a 32 il numero dei civili uccisi nella sola città dalle prime ore della giornata.

Secondo gli ultimi dati del Ministero della Sanità, dall’inizio dell’aggressione israeliana in corso nella Striscia di Gaza sono stati registrati un totale di 3.785 palestinesi, con più di 12.000 feriti.

La situazione a Gaza rimane disastrosa, con le famiglie in lutto per i loro cari e un numero crescente di feriti che necessitano di cure mediche urgenti. Almeno quattro ospedali sono ormai fuori servizio nella Striscia a causa dell’intensità dell’aggressione israeliana.

In video l’uccisione di due bambini nella Striscia. 


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)