3 Luglio 2022

Lotteria Italia, dea bendata premia Anagni, Milano, Torino e Roma

Il primo tagliando serie Q 067777 venduto in provincia di Frosinone: vale 5 milioni, a Milano il secondo di 2,5 milioni. Due grossi premi nel torinese, e mezzo milione a Roma

Stessa categoria

Lotteria Italia 2018La dea bendata alla fine ha premiato Anagni, in provincia di Frosinone: il primo premio da 5 milioni della Lotteria Italia è andato al fortunato possessore del biglietto Q 067777. Ma c’è anche da dire che la fortuna si è prodigata poi in sole tre altre regioni: il secondo premio da 2,5 milioni è andato infatti al biglietto con serie e numero P 245714 venduto a Milano. A seguire, il terzo da 1,5 milioni è stato venduto a Rosta, in provincia di Torino (D 034660), il quarto da 1 milione a Pinerolo, in provincia di Torino (P 462926), e il quinto da 500 mila euro a Roma (D 034660).

La Lotteria Italia di quest’anno ha distribuito premi per oltre 28 milioni di euro, il tutto grazie a una numero venduto di biglietti che è stato pari a 8.603.900, che ha dato vita a una raccolta complessiva di 43.019.500 euro. Il fatto che il primo premio sia andato a un piccolo comune del Lazio suona da riconoscimento in qualche modo all’insistenza dei suoi abitanti nel cercare la fortuna.

Non a caso l’Agenzia delle dogane e dei monopoli ha certificato che è proprio il Lazio la regione in cui sono stati venduti più biglietti per l’edizione 2017 della Lotteria Italia. Per la precisione sono stati 1.640.600 i tagliandi venduti, di cui 1.278.020 acquistati nella sola Provincia di Roma. Una graduatoria del tutto particolare, in cui il Lazio è riuscito a sopravanzare facilmente la Lombardia, fermatasi a 1.464.290 biglietti venduti, e l’Emilia Romagna (830.220).

L’edizione che si è appena conclusa della Lotteria Italia rappresenta, a detta dell’agenzia specializzata Agipronews, il terzo miglior risultato dal 2011 per numero di biglietti venduti: in quell’edizione i tagliandi staccati furono 9,6 milioni (in calo del 17,2% rispetto all’edizione precedente), scesi poi a 8 milioni nel 2012 (-16%), a 6,9 milioni nel 2013 (-13,3%), per poi assestarsi a 7,6 milioni nel 2014. Due anni fa i tagliandi staccati sono stati nel complesso 8,7 milioni (+13%), mentre lo scorso anno hanno raggiunto quota 8,8 milioni (+1,3%).

Che il Lazio sia stato il protagonista assoluto di quest’ultima edizione della Lotteria Italia trova conferma anche dai dati elaborati da Agipronews: oltre al primato di vendita, il primo premio da 5 milioni venduto ad Anagni e il terzo da 500mila euro a Roma, ci sono anche altri 16 premi da 50mila euro ciascuno.

Sei dei biglietti vincenti di seconda categoria sono stati venduti nella Capitale, altri due ad Anagni, i restanti 8 a Latina, Tivoli, Fiumicino, Anzio, Gallicano, Colleferro, Capena e Monterotondo. Seconda per premi di seconda categoria la Lombardia: oltre al premio da 2,5 milioni la dea bendata ha elargito altri 9 biglietti vincenti da 50 mila euro ciascuno. Terzo posto per l’Emilia Romagna, con 7 biglietti vincenti di seconda categoria, e 5 a testa per Campania e Toscana. Il Piemonte, dove sono finiti i biglietti da 1,5 e 1 milione di euro, resta invece a secco di vincite da 50 mila.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

La crisi Ucraina spacca il governo italiano. Di Maio lascia il M5S: “Basta ambiguità”

"Scelta sofferta" del ministro ed ex capo politico dei 5s, che non saranno più la prima forza in Parlamento. Una settantina I parlamentari che confluiranno in "Insieme per il Futuro"

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER