14 Giugno 2024

Regionali, tonfo affluenza. Alle 19 in Calabria vota il 34,6%. In Emilia il 31

Correlati

Elezioni regionaliIl voto di oggi in Emilia Romagna e Calabria rischia un vero tonfo di affluenza. Mai così bassa. Alle 19 in Emilia si è recato alle urne solo il 30,9% degli aventi diritto. Alle precedenti regionali, quando si votò però anche lunedì, l’affluenza alle urne alla stessa ora era il 39,6%.

Ancora più allarmante il confronto con le europee del maggio scorso (allora si votava in una sola giornata come oggi) quando alle 19 fu del 52,3%. Situazione appena migliore in Calabria (34,62%). Alle precedenti regionali, nel 2010, l’affluenza, alla stessa ora, era stata del 28,7%. Anche in quella occasione si votava anche di lunedì fino alle 15, mentre adesso mancano meno di tre ore alla chiusura delle urne.

Alle 12 l’affluenza era bassissima: poco sopra l’8 percento nelle due regioni. La tendenza non fa sperare in un recupero di oltre il 30 percento in modo da riflettere un’astensione fisiologica attorno al 20/25 percento. Gli astensionisti si apprestano dunque a essere il partito di maggioranza assoluta. Complice la disaffezione alla politica e altri specifici fattori come, ad esempio, le divisioni nel centrodestra che, soprattutto in Calabria hanno reso il risultato scontato a vantaggio del centrosinistra. Bisognerà comunque attendere l’inizio dello spoglio per capire il dato finale e i margini di vittoria di Mario Oliverio.

La bassa affluenza fa precipitare anche la percentuale per il raggiungimento del quorum di piccoli partiti e dei voti utili per entrare nelle assemblee elettive regionali.

In Emilia Romagna sono chiamati a votare circa 3,4 milioni di cittadini: gli sfidanti sono Maurizio Mazzanti (Liberi cittadini), Stefano Bonaccini (sostenuto da Pd, Sel, Emilia-Romagna civica e Centro per Bonaccini), Alan Fabbri (Lega nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia), Cristina Quintavalla (L’altra Emilia-Romagna), Giulia Gibertoni (M5s) e Alessandro Rondoni (Ncd).


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Motonave rischia di affondare, in salvo le 85 persone a bordo

Una nave in servizio da Grado a Trieste ha lanciato un 'may day' per rischio affondamento mentre era in...

DALLA CALABRIA

Telefonini introdotti nel carcere di Cosenza, decine di indagati

Sono una cinquantina le persone indagate dalla Procura della Repubblica di Cosenza per un 'giro' di telefoni cellulari che...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)