Dramma in sala parto a Catania, donna muore coi suoi figli. Inchiesta

Valentina Milluzzo muore dopo parto al Cannizzaro di CataniaLa Procura di Catania ha aperto un’inchiesta sulla morte di Valentina Milluzzo, la donna di 32 anni morta all’ospedale Cannizzaro di Catania lo scorso 2 ottobre, dopo alcuni giorni di ricovero a seguito di un parto prematuro di due gemellini, nati morti. Il parto è avvenuto al quinto mese dopo una gravidanza procurata con la procreazione assistita.

L’inchiesta, affidata al pm Fabio Saponara, è stata aperta in seguito alla denuncia dei familiari di Milluzzo. La procura ha disposto il trasferimento della salma in obitorio, bloccando i funerali che erano stati organizzati nel paese del Catanese di cui la donna era originaria, nonché il sequestro della cartella clinica.

La magistratura disporrà l’autopsia dopo avere identificato il personale in servizio che sarà indagato per omicidio colposo per potere eseguire l’esame autoptico. Valentina Milluzzo aveva avuto forti dolori e nausea con febbre alta, subito la corsa in sala parto dove sono nati i feti già morti, mentre il giorno seguente morì la donna in circostanze che spetterà ora alla magistratura accertare.

L’avvocato della famiglia, Salvatore Catania Milluzzo, ha presentato un esposto in Procura per vederci chiaro. “Abbiamo presentato una denuncia – ha detto all’Agi – per accertare le responsabilità davanti al fatto che una giovane donna di 32 anni è entrata in ospedale sana e ne è uscita morta con i suoi figli. Noi abbiamo chiesto il sequestro della cartella clinica che ha comportato l’immediata disposizione dell’autopsia da parte del Pm. La famiglia di Valentina vuole giustizia”.

Condividi