Sclerosi multipla, dal 23 maggio al via settimana nazionale dell'Aism

Dal 23 al 31 maggio, la settimana nazionale promossa dall'Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Aism)
Dal 23 al 31 maggio, la settimana nazionale promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Aism)

Sono 3 milioni nel mondo le persone colpite da Sclerosi multipla, grave malattia neuro degenerativa, e sono circa 75.000 i pazienti solo in Italia.

Ad oggi, non esiste una terapia definitiva per questa malattia, i cui costi sociali sfiorano nel nostro Paese i 2,7 mld l’anno. Per accendere i riflettori su questi pazienti ed i loro bisogni, è al via anche quest’anno la Settimana Nazionale della Sclerosi multipla (Sm), dal 23 al 31 maggio, promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Aism) con la sua Fondazione (Fism).

Tema di quest’anno è ‘l’Accesso’: a una diagnosi precoce, trattamento e sostegno; a edifici, viaggi e tempo libero; a istruzione, formazione e occupazione. Tanti gli appuntamenti in calendario, con 40 convegni dal nord al sud dell’Italia. E per questa edizione, l’Aism ha scelto anche la musica per sensibilizzare e raccontare la Sclerosi Multipla: “Senza Mentire” è la canzone nata dall’incontro tra il gruppo musicale STAG e Antonio Raia, un ragazzo con Sm ed ex sportivo.

L’idea ha preso forma grazie al coinvolgimento di 10 artisti emergenti e con l’acquisto della canzone su ITunes sarà possibile partecipare attivamente anche alla raccolta fondi. Tutti i ricavati della vendita del brano, inclusi i proventi SIAE, verranno infatti destinati all’AISM per supportare l’associazione e la ricerca. All’interno della Settimana Nazionale cade anche la Giornata Mondiale della Sm: si celebrerà il 27 maggio in oltre 70 paesi del mondo e avrà come titolo “Insieme, noi siamo più forti della Sm”.

La Sclerosi Multipla è la prima causa di disabilità nei giovani e colpisce un giovane ogni 4 ore. Esistono circa 10 terapie in grado di modificare la malattia: iniezioni e infusioni spesso dolorose, talvolta quotidiane; sono solo 3 i trattamenti orali disponibili, e anche questi presentano effetti collaterali pesantissimi, ma per le forme gravi della malattia non esiste alcuna terapia. Alto il costo sociale annuo della Sm: 2,7 miliardi di euro in Italia, di cui un terzo dipende da costi indiretti, a partire dalla perdita del lavoro da parte di moltissimi pazienti.

Rispondi