E’ morto il campione di MotoGp Nicky Hayden

Nicky Hayden
Nicky Hayden

Nicky Hayden non ce l’ha fatta. Il pilota nordamericano, campione del mondo di MotoGp nel 2006, è morto all’ospedale Bufalini di Cesena, dopo l’incidente in cui mercoledì scorso è rimasto coinvolto mentre si stava allenando in bicicletta nel Riminese.

Da cinque giorni Kentucky Kid – così come era soprannominato Hayden -, era ricoverato in rianimazione per un gravissimo politrauma e una vasta lesione cerebrale. Oggi il decesso, che ha scosso l’intero mondo dello sport.

Nicky Hayden è stato travolto da un’auto mentre si allenava in bicicletta a Misano Adriatico, nel Riminese, poco distante dal circuito che da anni ospita il Gran premio di San Marino e che è intitolato alla memoria di Marco Simoncelli.

Le sue condizioni erano apparse fin da subito gravissime: aveva infatti riportato numerose ferite dopo essere stato sbalzato sul cofano della vettura e avere sfondato il parabrezza mentre la sua bici, spezzata, è finita in un fosso ai lati della carreggiata. Da mercoledì era ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell’ospedale Bufalini di Cesena. Nei giorni precedenti aveva corso il Gran premio di Superbike sul circuito di Imola.

Dopo l’incidente, dagli Stati Uniti sono giunti in Italia la madre Rose e il fratello Tommy, la fidanzata Jackie, che in questi giorni sono stati al fianco del campione di motociclismo morto per un incidente simile per certi aspetti a quello in cui è stato vittima un altro campione di ciclismo: Michele Scarponi, investito e ucciso nelle Marche appena qualche settimana fa.