22 Maggio 2024

Antonio Tajani eletto segretario di Forza Italia: “Puntiamo al 10%”

Correlati

Antonio Tajani con i vicesegretari di Forza Italia

Antonio Tajani è stato eletto segretario di Forza Italia alla fine del secondo giorno del congresso nazionale del partito che si è tenuto a Roma, al Palazzo dei congressi dell’Eur.

Un migliaio di delegati da tutta Italia, un candidato unico alla segreteria e quattro vice. La leadership di Antonio Tajani è stata approvata all’unanimità per alzata di mano. Eletti allo stesso modo i 4 vice-segretari: Roberto Occhiuto, Alberto Cirio, Deborah Bergamini e Stefano Benigni mentre Renato Schifani è stato proclamato presidente del consiglio nazionale del partito.

Tajani punta a radicare l’immagine di Forza Italia come movimento solido, moderato ed europeista dentro la coalizione di governo. Obiettivo è raggiungere la percentuale del 10% alle europee e raddoppiare questo risultato alle prossime politiche. Il mantra, alla vigilia della convention, è il “voto utile: il Ppe sarà la prima forza politica nel parlamento europeo – la previsione del leader azzurro -. Tutto lascia pensare che il prossimo presidente della Commissione e del Parlamento europeo saranno esponenti popolari. Più forte è Forza Italia più forte è l’Italia in Europa”. E la collocazione dentro i popolari europei è tanto radicata che questa volta, alle urne gli elettori troveranno proprio il Ppe al centro del simbolo azzurro.

“Nonostante i capelli grigi, l’età e l’esperienza, questo è il discorso più difficile e importante della mia vita”, ha detto il vicepremier e ministro degli esteri. “Non è facile, mi sento un po’ come un giocatore della squadra di Maradona che deve fare la finale di Champions, però Maradona non c’è più… E tu per cercare di fare quello che faceva Maradona, hai una sola possibilità: chiedere aiuto a tutta la squadra e a tutta la curva perché ti sostenga. La squadra siamo noi, la curva sono i nostri elettori e Maradona è Silvio Berlusconi”.

L’unica sfida in questo congresso sarà per la carica del “sostituto”: in caso di impedimento del segretario, prenderà il suo posto il vice che avrà preso più voti o, a parità, il più anziano. Occhiuto, Bergamini, Benigni e Cirio sono quattro volti noti del partito: il primo è considerato vicino a Tajani e stando ai pronostici dovrebbe essere il più votato; la seconda ha storicamente buoni rapporti con la famiglia Berlusconi; il terzo viene associato a Marta Fascina; mentre il quarto – governatore del Piemonte – è espressione dei territori.

Tajani: “Erano tutti convinti che saremmo scomparsi, è accaduto il contrario”
“Noi siamo qua, dopo qualche mese che il nostro leader è scomparso. Tutti quanti erano convinti, forse anche noi lo temevamo, di essere destinati all’emarginazione politica, alla scomparsa dal palcoscenico nazionale. E’ successo l’esatto contrario, e io lo ricordo sempre, per merito anche nostro ma soprattutto del nostro leader, che ha avuto la capacità di fare l’esatto contrario di ciò di cui lo accusavano”, cioè “dopo di me il nulla”. Il vicepremier ha detto che Berlusconi ha costruito anche il futuro di Forza Italia.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Corruzione e turbativa, tre indagati per Milano-Cortina 2026

Inchiesta della procura di Milano sulla Fondazione Milano Cortina, l’ente che organizza i Giochi olimpici invernali del 2026. Tre...

DALLA CALABRIA

Incarichi a parenti in una biblioteca finanziata dalla Regione, 2 arresti

Peculato. E' questa l'accusa contestata a cinque persone indagate nell'ambito di una inchiesta della procura di Vibo Valentia che...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)