13 Luglio 2024

Israele-Palestina, colloquio tra Erdogan e Abbas: “Ogni sforzo per fermare escalation”

Correlati

Il presidente Mahmoud Abbas ha ricevuto stasera una telefonata dal suo omologo turco Recep Tayyip Erdogan, durante la quale hanno discusso degli ultimi pericolosi sviluppi nei territori palestinesi. Lo riporta l’agenzia di stampa Wafa.

Il presidente Abbas ha sottolineato durante la telefonata l’importanza di un intervento regionale e internazionale immediato per fermare l’aggressione israeliana contro i territori palestinesi, in particolare nella Striscia di Gaza, prima che sia troppo tardi.

Il presidente Abbas ha messo in guardia contro l’annuncio delle autorità di occupazione israeliane di tagliare i bisogni primari di acqua ed elettricità e di impedire l’ingresso di forniture alimentari al nostro popolo nella Striscia di Gaza, il che costituisce un crimine contro l’umanità e richiede l’intervento internazionale per impedire un simile atto umanitario. che si verifichi una catastrofe e di fornire soccorsi e aiuti medici alla nostra popolazione nella Striscia di Gaza.

Il Presidente ha sottolineato che l’unica soluzione all’escalation in atto nella regione è la soluzione politica che metta fine all’occupazione israeliana del territorio dello Stato di Palestina, con Gerusalemme come capitale.

Il Presidente ha ringraziato e apprezzato il suo omologo per la ferma posizione del suo Paese a sostegno della giusta causa palestinese.

Da parte sua, il presidente Erdogan ha sottolineato che la Turchia sta facendo ogni sforzo e sta prendendo contatto con tutte le parti internazionali e regionali per fermare l’escalation in corso, e che continuerà a fornire con veemenza il sostegno per difendere la causa palestinese.

Il presidente turco ha sottolineato che la Turchia sta monitorando da vicino gli sviluppi in Palestina ed è profondamente preoccupata per la crescente perdita di vite umane e distruzione.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Ucraina, superata la linea rossa tra Nato e Russia. Con Biden fuori controllo

C'è aria di escalation tra l'Occidente e la Russia, un clima da guerra (ad avviso di molti osservatori 'poco...

DALLA CALABRIA

Il Csm nomina Bombardieri procuratore di Torino

Originario di Riace, 61 anni, il magistrato guidava dal 2018 la distrettuale di Reggio Calabria dopo essere stato aggiunto a Catanzaro

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)