Modena, rapinato pensionato in villa. Paura in via Guarini

Carlomagno campagna Fiat Tipo Maggio 2019

Modena, rapinato pensionato in villa. Paura in via GuariniDue banditi si sono introdotti nella villa di un professionista in pensione e sotto la minaccia di una pistola, lo hanno costretto a consegnare loro oggetti di valore e contante. Insieme alla sua badante, l’uomo è stato imbavagliato e legato con dei cavi elettrici.

E’ successo ieri a tarda sera in via Guarini, nel centro di Modena. Il bottino è consistente: seimila euro in contanti e orologi di valore tra cui un rolex che il pensionato teneva in un posto “sicuro”. Spaventatissimi, il pensionato e la governante, dopo che i banditi sono fuggiti, sono alla fine riusciti a dare l’allarme.

I banditi, secondo il racconto dell’uomo agli investigatori, sarebbero entrati da una porta secondaria cogliendo di sorpresa i due all’interno dell’abitazione. Un’azione durata molti minuti, durante i quali l’uomo non avrebbe opposto resistenza per evitare che la rapina finisse in tragedia, come in altre occasioni. I malcapitati sono stati prima legati e imbavagliati, poi l’uomo sarebbe stato liberato e costretto sotto l’uso della forza a condurli nella stanza dove teneva oro e contanti. E li hanno fatto razzia di tutto.

Sul furto indaga la Polizia di Stato che sta raccogliendo elementi utili per risalire ai banditi. Secondo quanto ricostruito in un primo momento, i ladri sarebbero professionisti e conoscevano bene le abitudini del pensionato che avrebbero pedinato per giorni. I malviventi sono infatti andati sicuri di riuscire a fare il colpaccio.

Molta la paura e la preoccupazione nel quartiere e in tutto il centro di Modena i cui residenti lamentano “scarsa sicurezza” e “l’abbandono” da parte dello Stato. “Non è la prima volta che dobbiamo fare i conti con questa delinquenza”.