Cremona, va a caccia di fagiani, sbaglia mira e uccide il fratello

Tragedia ad Agnadello Cremona. Luigi Agosti viene ucciso per sbaglio dal fratello Fiorenzo in battuta di caccia
Il luogo dell’incidente a Agnadello, provincia di Cremona

Una battuta di caccia si è trasformata in tragedia. E’ successo ad Agnadello, in provincia di Cremona, dove due fratelli sono usciti di buon mattino per andare a caccia e uno di loro è morto sotto i colpi dell’altro.

Per cause ancora in corso di accertamento, uno dei fratelli, nell’intento di sparare a un fagiano ha sbagliato mira e ha colpito il fratello, uccidendolo. La tragedia è avvenuta stamani in aperta campagna, tra Agnadello e Rivolta d’Adda, in provincia di Cremona.

La vittima, Luigi Agosti, 74 anni è morto sul colpo sotto i pallettoni del fratello Fiorenzo Agosti (65 anni). Dai primi racconti, i due camminavano distanziati in campagna, quando a un certo punto Fiorenzo avrebbe visto un fagiano alzarsi in volo e, ad altezza d’uomo, avrebbe sparato centrando in pieno petto Luigi Agosti, il fratello che è deceduto dopo pochi minuti.

Un giovane che li accompagnava, è rimasto ferito a un occhio da un pallino in modo, sembra, non grave. Sul posto sono giunti i Carabinieri di Rivolta d’Adda e la polizia provinciale. Si indaga per accertare l’esatta dinamica. La pista, al momento, più accreditata è che Luigi Agosti è stato vittima di un tragico incidente di caccia. Il fratello è sotto interrogatorio e, come atto dovuto, sarà indagato per omicidio colposo.