4 Dicembre 2021

Arrestata Alfonsa Micciché, direttrice del carcere minorile di Milano

Stessa categoria

Arrestata Alfonsa Micciché, direttrice del carcere minorile Beccaria di Milano
La direttrice dell’istituto penale per minori Alfonsa Micciché

E’ stata arrestata Alfonsa Micciché, la direttrice dell’Istituto penale minorile “Beccaria” a Milano. Insieme a lei, sono finiti ai domiciliari la figlia Federica Fiorenza, il compagno di lei Emiliano Maria Longo e due rappresentanti della onlus “Araba Fenice” di Catanzaro: Giuseppe Focaccio, che ne è il presidente e Gaetana Rosaria Migali, dipendente.

I cinque sono accusati di concussione e corruzione in concorso: la direttrice, che tempo addietro ricopriva lo stesso ruolo a Caltanissetta, in Sicilia, avrebbe favorito associazioni a lei gradite a cui affidare le attività a cui partecipavano i ragazzi detenuti nella comunità penale.

Ed è proprio da Caltanissetta che vengono emesse le ordinanze di custodia cautelare che hanno mandato ai domiciliari Alfonsa Micciché. Il gip ha firmato i provvedimenti al termine di un’indagine cominciata un anno fa su fatti che risalgono al periodo tra il 2013 e il 2015.

La direttrice è accusata di avere “favorito associazioni a lei vicine per la realizzazione di progetti finanziati con fondi pubblici”. In cambio avrebbe ottenuto la disponibilità delle associazioni ad “assumere o conferire incarichi a propri familiari” anche se non avevano i titoli, le qualifiche corrispondenti e l’esperienza necessaria.

Attraverso una copiosa documentazione acquisita dai carabinieri e numerose intercettazioni, sarebbe stato ricostruito un “illecito accordo” e un sistema di affidamento di attività formative e culturali destinate ai minori detenuti basato su una “commistione di interessi imprenditoriali, economici e personali”, spiegano gli inquirenti. A questi interessi sarebbe stata “asservita la funzione pubblica di rieducazione dei giovani ristretti negli istituti”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Australia choc, ragazza sana viene deportata in un campo di internamento Covid

Potremmo titolare questa testimonianza scioccante "C'era una volta l'Australia". Un paese meraviglioso trasformato nel Terzo Reich. Le strategie totalitarie del governo australiano per costringere la gente a vaccinarsi e portare avanti l'agenda criminale dell'èlite globalista di Davos. Seminano il terrore deportando i cittadini sanissimi in veri e propri campi di concentramento. E questo accade a migliaia di persone nel silenzio generale

Sindacato infermieri: quasi 4mila contagi tra sanitari vaccinati negli ultimi 30 giorni

I nuovi casi nell'ultimo mese sono stati 3.929, mentre 107 infermieri si infettano ogni 24 ore. Lo afferma Antonio De Palma, presidente del Nursing Up, il sindacato nazionale degli infermieri

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER