18 Gennaio 2022

Mandava pazienti dializzati nelle sue cliniche, arrestato medico

Stessa categoria

Mandava pazienti dializzati nelle sue cliniche, arrestato medicoUn dirigente medico in servizio presso il reparto di nefrologia e dialisi dell’ospedale Vittorio Emanuele di Catania, Gaetano Romeo, è stato arrestato e posto ai domiciliari con una nuova ordinanza emessa dal Tribunale di Riesame etneo nell’ambito dell’operazione “Bloody Money” con cui i finanzieri lo scorso ottobre avevano portato alla luce un presunto business nel mondo della dialisi.

Romeo, secondo l’accusa, avrebbe indirizzato i pazienti presso alcune strutture private: “Le Ciminiere Srl”, di cui avrebbe acquisito “in modo occulto” una quota societaria, e presso il centro “Delta Srl”, del quale la moglie sarebbe intestataria di quote.

Un sistema ritenuto consolidato in cui i medici già coinvolti nell’indagine, alcuni dei quali in servizio presso i medesimi nosocomi pubblici, rispondevano ad una logica di “equa” ripartizione dei pazienti presso le diverse cliniche private in cui vantano interessi economici.

L’indagine di ottobre ha già visto l’applicazione di misure restrittive nei confronti di tre imprenditori, due dirigenti medici e un infermiere oltre al commissariamento di due società private.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il personale medico coinvolto nell’inchiesta approfittava del rapporto diretto instaurato con persone affette da patologie nefrologiche e bisognose di terapia dialitica per orientarli verso centri dialisi privati, nei quali loro stessi avevano diretti interessi economici.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER