Roma, tedesca stuprata, legata e derubata. Caccia a giovane 20enne

Carlomagno Alfa Romeo Giulia giugno 2018

Viale George Washington Villa Borghese

A Roma è caccia all’uomo da parte della polizia che sta indagando sul caso della donna tedesca di 57 anni stuprata a Villa Borghese nella notte tra domenica e lunedì. La donna ha parlato agli investigatori di un uomo di carnagione chiara, tra i 20 e i 25 anni, forse dell’Europa dell’Est.

La vittima è stata picchiata, violentata e legata, poi trovata sotto shock da un tassista romano. In bocca aveva ancora il fazzoletto che il suo aguzzino aveva usato per soffocarle le grida. Quello ai danni della donna tedesca è il terzo caso di violenza sessuale a Roma in poco più di sette giorni. Un’escalation di violenza che sara’ al centro del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato in Prefettura nei prossimi giorni.

A trovare la donna nuda e legata ad un palo dell’illuminazione di Viale George Washington, a Villa Borghese, è stato un tassista che transitava dentro il parco romano. Alla Polizia intervenuta sul posto, la vittima – senza documenti e senza fissa dimora – ha raccontato di essere stata aggredita e abusata nei pressi del luogo dove è stata poi trovata.

Il tassista ha raccontato di avere visto la donna nuda, legata ad un palo e con uno straccio in bocca per impedirle di urlare. L’uomo l’ha liberata e ha chiamato la Polizia. In ospedale poi è stata riscontrata la violenza. Vicino al palo sono stati trovati gli abiti della turista, in Italia da alcuni mesi.

Indaga la Polizia per far luce sull’episodio e risalire all’autore, che secondo quanto avrebbe raccontato la vittima alla Squadra mobile sarebbe un giovane conosciuto a Roma qualche ora prima e che dopo la violenza l’avrebbe pure rapinata di qualche decina d’euro prima di dileguarsi. La donna è in Italia da qualche mese.

Sull’episodio, la Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine per violenza sessuale coordinate dal pm Vittorio Pilla ed è attualmente contro ignoti. Nelle prossime ore il magistrato riceverà un prima informativa dalla Questura diretta da Guido Marino.

Appena dieci giorni fa, sempre a Roma, una turista finlandese è stata violentata da un extracomunitario che l’ha picchiata, rapinata e infine abusato sessualmente. L’aggressore era stato poi arrestato. Il 13 settembre, a farne le spese è stata una turista belga che ha denunciato uno stupro da parte di un giovane israeliano, sulla scalinata dell’Ara Coeli, accanto al Campidoglio. Il giovane era stato poi fermato.

Brutti episodi che si sommano alla violenza di Rimini dove una turista polacca e una prostituta peruviana furono violentate da quattro africani fino alla violenza sessuale di due carabinieri a Firenze in danno di due ragazze americane.

Sulla violenza alla donna tedesca la sindaca di Roma, Virginia Raggi, commenta su Twitter: “Ancora violenza sulle donne. L’ennesimo atto mostruoso, ignobile e inaccettabile che non deve restare impunito”.

“Basta, ormai è una vera e propria epidemia!”, commenta il leader della Lega, Matteo Salvini. Barbara Saltamartini, vice capogruppo alla Camera della Lega Ncs, parla di “città allo sbando”. Roma “in fatto di sicurezza è divenuta terra di nessuno. A pagarne le conseguenze sono sempre più le donne”, afferma il consigliere capitolino di Fratelli d’Italia Francesco Figliomeni.

“E’ sconvolgente, una notizia terribile. Sono vicina alla vittima e indignata, Roma è abbandonata”, commenta Fabrizia Giuliani, deputata del Pd.