23 Maggio 2022

Spagna, rissa nella movida: un ragazzo in coma. Arrestati 4 italiani

E' successo a Cadice, a sud del Paese. Ad avere la peggio un ragazzo spagnolo colpito dagli studenti Erasmus, prima al volto e poi con un calcio in testa. E' grave. I quattro davanti al giudice.

Stessa categoria

La sequenza della rissa in Spagna

La polizia di Cadice, nella Spagna del Sud, ha fermato quattro italiani ritenuti i responsabili di una rissa, iniziata in una zona della movida e culminata nel brutale pestaggio di un giovane spagnolo, ora ricoverato in gravi condizioni.

Lo riferisce il Diario de Cadiz, che pubblica anche un video choc dell’aggressione, in cui si vede dapprima il ragazzo spagnolo aggredire il gruppo di italiani, poi ad una reazione, il ragazzo di Cadice cade a terra dopo un pugno al volto. Ecco che arriva un terzo che sferra un violento calcio in testa, che lo lascia incosciente, tra le urla degli amici. Al momento non sono note le cause che hanno scatenato la rissa.

La lite è scoppiata sabato mattina poco prima delle 7. Secondo alcune testimonianze apparse sui social, a cominciare la lite sarebbe stato un ragazzo spagnolo, ma non è chiaro se sia la vittima del successivo pestaggio.

I quattro italiani, studenti in Erasmus secondo la stampa locale, sono stati tutti trasferiti alla stazione della polizia nazionale di San Fernando, da dove saranno portati in tribunale in attesa del processo per direttissima.

Il ferito, 30 anni, subito soccorso dagli amici, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Puerta del Mar dove è in coma. Il calcio in pieno volto è stato violentissimo. Si temono lesioni serie.

Il giudice del tribunale vuole attendere 48 ore di permanenza del giovane in ospedale  prima di potersi esprimere, quindi incriminare i quattro connazionali, o uno di loro, per lesioni aggravate oppure tentato omicidio.

I quattro giovani italiani fermati, rende noto l’Ansa, si chiamano Emilio Di Puorto, 29 anni, di Napoli, Nicola Iannetta, di 21 anni di Salerno, Dario Bordoni, di 25 anni e Luca Maicon Vinicius Bellavia, di 22 anni (di questi ultimi due non è ancora nota la città di residenza). I quattro sono anche amici tra loro su Facebook.

(Aggiornamento 26 Maggio) – Intanto, è stato arrestato il 29enne napoletano Emilio Di Puorto. Il giovane era stato fermato sabato mattina insieme ad altri tre ragazzi. Secondo l’accusa, sarebbe stato lui a sferrare il forte calcio alla testa del 30enne spagnolo, riducendolo in fin di vita. La vittima è stata colpita quando era a terra, già tramortita dal pugno sferrato da un altro ragazzo italiano. Le condizioni del ferito restano stabili ma gravi: è in coma farmacologico. I medici attendono un altro giorno prima di stilare un referto con le lesioni riportate.

IL PRECEDENTE – Ad agosto 2017 un giovane italiano di 22 anni, Niccolò Ciatti, originario di Scandicci, alle porte di Firenze, trovò la morte in Spagna dopo essere stato pestato in una discoteca nella località turistica di Lloret de Mar, in Costa Brava. A finire in manette tre giovani russi. 

Pestaggio mortale in una discoteca spagnola, muore giovane italiano


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Usb aeroporto di Pisa: “In Ucraina armi anziché aiuti umanitari”

"Armi mascherate da "aiuti umanitari" dirette segretamente in Ucraina dall'Italia". Lo sostiene l'Unione sindacati di base dell'aeroporto di Pisa,...

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER