Marine veterano spara in pub a Los Angeles, è strage: 13 morti

Black Friday Carlomagno novembre 2018

sparatoria pub los angelesStrage in California. Un uomo ha sparato all’impazzata in un pub di Thousand Oaks, a pochi chilometri da Los Angeles, provocando la morte di 13 persone e decine di feriti riuniti nel locale per una festa. L’autore della strage si sarebbe poi suicidato.

Il killer, un bianco di 29 anni, David Ian Long era stato un marine attivo sino al 2013, ha detto in una conferenza stampa lo sceriffo Geoff Dean. Aveva avuto problemi mentali ma aveva comprato l’arma, una pistola calibro 45, legalmente.

David Ian Long ha ucciso prima una guardia all’esterno e poi alcuni dipendenti all’interno, prima di fare fuoco sulla folla. All’interno del locale, era in corso una festa di studenti e c’erano tra le 150 e le 200 persone. E’ ancora sconosciuto il movente della sparatoria.

Tra le vittime della sparatoria c’è anche un sergente della polizia Ron Helus, morto in ospedale dopo essere intervenuto nella sparatoria in California, prevedeva di andare in pensione il prossimo anno, dopo 29 anni di servizio. “E’ morto come un eroe, era andato per salvare vite”, ha detto lo sceriffo che ha raccontato anche l’ultima telefonata alla moglie. “Devo andare, ti amo, ti chiamo dopo” ha detto prima di intervenire nella sparatoria dove è rimasto ferito mortalmente.

“Sono stato informato sulla terribile sparatoria in California” twitta Donald Trump, riferendo che la polizia insieme all’Fbi sono sul posto “dove al momento si contano 13 morti”.