Orrore in Gran Bretagna, trovati 39 corpi in un container bulgaro

Macabro ritrovamento nella zona sud-est di Essex. Il container era trasportato da un tir immatricolato in Bulgaria. Arrestato l'autista. "Non tratta di immigrati bulgari".

Carlomagno campagna Jeep Cherokee Novembre 2019

Orrore in Gran Bretagna dove in un container a bordo di un tir sono stati trovati i corpi senza vita di 39 persone. Il mezzo era fermo nella zona industriale della regione dell’Essex, a sud-est del Regno unito. Tra le vittime anche un adolescente.

Secondo la Bbc, che cita fonti della Polizia, il veicolo era stato immatricolato in Bulgaria, ed è stato trovato poco prima dell’1:40 a BST al Waterglade Industrial Park di Grays. Non è chiaro però di che nazionalità siano le persone decedute. La Bulgaria fa parte dell’Unione europea e i suoi cittadini possono circolare liberamente in Inghilterra, che ancora non è uscita dall’Ue dopo i processi di Brexit. Quindi con ogni probabilità non si tratta di cittadini bulgari.

Il camionista dell’autoarticolato, un 25enne dell’Irlanda del Nord, è stato arrestato con l’accusa di omicidio. La polizia crede che il veicolo abbia viaggiato da Zeebrugge, in Belgio, fino a Purfleet sul Tamigi.

Il mezzo pesante ha attraccato nell’area di Thurrock poco dopo le 00:30, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters.

Il vice capo della polizia Pippa Mills ha affermato che l’identificazione delle vittime è la “priorità numero uno”, ma si prevede che sarà un “lungo processo”. Pare che nessuna delle vittime aveva con sé un documento di identità.

La National Crime Agency ha dichiarato di aver inviato ufficiali per assistere e identificare eventuali “gruppi di criminalità organizzata che potrebbero aver avuto un ruolo” nella strage di esseri umani.

Il primo ministro britannico Boris Johnson è “inorridito per il tragico incidente avvenuto nell’Essex”. “Ricevo aggiornamenti costanti dall’Home Office (il ministero dell’Interno), che sta lavorando a stretto contatto con la Essex Police per stabilire ciò che esattamente è accaduto”, ha twittato Johnson. “I miei pensieri – ha concluso – sono per tutti coloro che hanno perduto la vita e per i loro cari”.

Richard Burnett, amministratore delegato della Road Haulage Association, ha affermato che il container sembra essere un’unità refrigerata, dove le temperature potrebbero scendere fino a -25 gradi centigradi. L’Ad ha descritto le condizioni delle vittime “assolutamente orrende”.

Un portavoce del ministero bulgaro degli affari esteri ha confermato che il camion è stato immatricolato nel paese. “Il camion Scania è stato immatricolato a Varna (sulla costa orientale) sotto il nome di una società di proprietà di un cittadino irlandese”, ha detto il portavoce citato dalla BBC.

“La polizia ha affermato che è altamente improbabile che siano bulgari”, ha aggiunto. La polizia ha fatto appello per testimoni e chiunque abbia informazioni sulla rotta del camion per contattarli.

I precedenti con più vittime

Nel 2000, 58 migranti cinesi sono stati trovati morti soffocati in un camion a Dover.

Nell’agosto 2015, i corpi di 71 persone, in larga parte siriane, sono stati trovati in un camion ungherese abbandonato su un’autostrada austriaca. Il macabro ritrovamento del camion di allora avvenne proprio nel giorno del summit sull’immigrazione a Vienna.