3 Marzo 2024

Litiga con la famiglia e la stermina: sei morti in Germania

Correlati

Il luogo della strage in Germania (foto da Bilde.de)

Sparatoria nella località tedesca del Baden Wuerttemberg, Rot am See: Il bilancio è di sei morti. Ci sarebbero anche alcuni feriti. È stato fermato il presunto responsabile degli spari: si tratta di un giovane di 26 anni che ha usato una pistola semiautomatica.

La sparatoria è avvenuta in un edificio del piccolo centro da 5.200 abitanti e dietro il fatto, stando alle prime verifiche degli inquirenti, vi sarebbe un dramma familiare. È quello che twitta la polizia di Aalen. Oltre all’uomo fermato, inoltre, non ci sarebbero altri sospettati.

Il dramma, scrive Bilde.de, si è consumato nei pressi della locanda “Imperatore tedesco”, a Rot am See, centro tra Stoccarda e Norimberga. Due vittime sono state trovate nel ristorante, altre 4 fuori dal locale. Tra i morti ci sarebbero i parenti dello sparatore, tra cui il padre e la madre. Il movente sarebbe riconducibile a dissidi familiari.

Durante la sparatoria il giovane ha minacciato con la pistola, detenuta legalmente, due minorenni che hanno assistito alla scena.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Dossieraggi su politici e vip, quasi mille gli accessi abusivi

Sono circa 800 gli accessi abusivi che, secondo la procura di Perugia, il finanziere Pasquale Striano in servizio alla...

DALLA CALABRIA

Traffico e incendio di rifiuti tossici, due arresti nel reggino

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno eseguito stamane un’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti di associazione...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)