Finanziamento di Maduro al M5S, Crimi e Ambasciata Venezuela: “Informazione falsa”


Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb
La sede dell’Ambasciata venezuelana a Roma (Street view)

“Quella dei presunti finanziamenti del Venezuela al Moviemento 5 Stelle è una fake news semplicemente ridicola e fantasiosa. Sulla questione non c’è altro dire, se non che del lontano 2010 ricordo quando ero candidato presidente alle regionali in Lombardia”. Lo afferma il capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi, in merito a quanto riportato dal quotidiano Abc che scrive di presunti fondi neri per 3,5 milioni di euro che il Venezuela avrebbe dato a Casaleggio nel 2010 per volontà di Nicolas Maduro, a quei tempi ministro degli esteri del dittatore Hugo Chavez.

“Anche allora, così come negli anni a seguire, – aggiunge Crimi – quella che realizziammo fu una campagna elettorale fatta con pochissime risorse e mezzi, frutto di micro donazioni dei cittadini italiani. Per il resto, valuteremo se adire alle vie legali. Certamente non ci lasciamo distrarre da certe sparate o intimidire”, ha aggiunto.

Ambasciata venezuelana a Roma: “Informazione falsa”
“Si tratta di un’informazione falsa e assurda, adiremo le vie legali”. Con queste parole l’ambasciata del Venezuela a Roma, contattata dall’Ansa, smentisce il presunto finanziamento al Movimento 5 Stelle di cui parla oggi il quotidiano spagnolo Abc. La fonte dell’ambasciata riferisce tra l’altro che nel 2010 il M5s era appena nato ed era quindi “completamente sconosciuto in Venezuela” e che all’epoca il console venezuelano a Milano – da cui secondo la ricostruzione di Abc sarebbero passati i 3,5 milioni – era appena arrivato in sede.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb