13 Luglio 2024

Assaltavano i bancomat con l’esplosivo. Arresti in Puglia. VIDEO

Correlati

assalto bancomat bari bat
Un frame del video della Polizia

Un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 13 persone è stata eseguita dalla polizia nelle provincia di Bari e BAT (Barletta-Andria-Trani).

Tra i destinatari delle misura restrittiva vi sono noti pregiudicati accusati di numerosi assalti a sportelli bancomat nelle provincie di Barletta, Andria, Trani, Bari e Matera, e di furti consumati e tentati ai danni di stabilimenti, industriali e commerciali, dislocati in tutta la Puglia.

Il modus operandi era di piazzare dell’esplosivo per far saltare i bancomat che venivano sventrati dall’esplosione. I banditi entravano e facevano razzia di tutto il denaro contenuto all’interno.

L’inchiesta è condotta dal Commissariato di Andria, in raccordo operativo con gli uomini della Squadra Mobile di Bari. Agli arresti hanno partecipato anche uomini del Reparto prevenzione crimine Puglia e del Reparto volo di Bari.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Ucraina, superata la linea rossa tra Nato e Russia. Con Biden fuori controllo

C'è aria di escalation tra l'Occidente e la Russia, un clima da guerra (ad avviso di molti osservatori 'poco...

DALLA CALABRIA

Il Csm nomina Bombardieri procuratore di Torino

Originario di Riace, 61 anni, il magistrato guidava dal 2018 la distrettuale di Reggio Calabria dopo essere stato aggiunto a Catanzaro

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)