Superenalotto, ancora non ritirata vincita da 209 milioni

Il vincitore ha tempo fino al 14 novembre per reclamare e incassare il montepremi. La vincita record è stata fatta a Lodi il 13 agosto scorso

Carlomagno campagna Fiat Gamma 500 L settembre 2019
Marisa Casarini, titolare del Bar Marino a Lodi dov’è avvenuta la vincita record al Superenalotto (Ansa)

E’ il vincitore più fortunato della storia della lotteria in Italia, eppure non si sarebbe ancora presentato per ritirare il premio. Lo riporta oggi il Giorno con un servizio da Lodi dove si trova la tabaccheria in cui è stato venduto il tagliando da 209 milioni.

Così la super vincita del mitico “Sei” al bar tabacchi Marino, che dal 13 agosto sta facendo parlare, rischia di fare ancora notizia. Le titolari Marisa Caserini e Sara Poggi, madre e figlia, assicurano di non avere idea di chi possa essere il vincitore. L’uomo (o donna), chiunque sia, ha tempo fino al 14 novembre per reclamare e incassare il montepremi, che altrimenti andrebbe a finire nelle casse dell’Erario.

Dal 2010 ad oggi, considerando solo Lotto e lotteria, non sono stati ritirati premi per oltre 350 milioni.