5 Dicembre 2022

Terremoto di magnitudo 4.1 tra Svizzera, Italia e Francia

Correlati

terremoto SvizzeraUna scossa di terremoto di magnitudo 4.1 è stata registrata nella Svizzera occidentale alle ore 10:10 di sabato 1 luglio, con epicentro a 8 km da Chateau-d’Oex, nel parco regionale Gruyère Pays-d’Enhaut, a poca distanza dall’arco alpino italo-elvetico, e al confine tra Italia e Francia.

Secondo i rilevamenti dell’istituto italiano di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma, a pochi chilometri dal confine piemontese ha avuto un ipocentro a 4 chilometri di profondità.

L’evento è stato avvertito a Losanna, a 40 chilometri dall’epicentro, e a Berna, che dista in linea d’area una sessantina di km più a nord. Percepito anche a Ginevra (85 km) e in Italia, in Valle d’Aosta nonché sul versante francese. Non si segnalano al momento danni a persone o cose.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Maltempo: Allagamenti e frane nel Messinese, danni e paura

I centri più colpiti Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto. Auto intrappolate nei sottopassaggi, tetti crollati e molte persone salvate dai soccorritori

DALLA CALABRIA

Nascondeva in un capanno armi clandestine e munizioni, arrestato

I Carabinieri della Compagnia di Girifalco e della stazione di Caraffa, unitamente al Nucleo cinofili di Vibo Valentia, durante...

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER