13 Luglio 2024

F1, il Gran Premio d’Australia vinto da Vettel su Ferrari

Al secondo posto Hamilton con la Mercedes, terzo Raikkonen. Per il tedesco è il centesimo podio della sua carriera e la seconda vittoria consecutiva a Melbourne

Correlati

Sebastian Vettel  dopo la vittoria
Sebastian Vettel dopo la vittoria (Ansa/Epa)

Trionfo del tedesco Sebastian Vettel, su Ferrari, nel Gp d’Australia, prima prova del Mondiale 2018 di Formula 1. Secondo sul traguardo il campione del mondo in carica, Lewis Hamilton, partito dalla pole position con la Mercedes. Terzo posto per l’altra SF71H, condotta da Kimi Raikkonen.

Per Vettel si tratta del centesimo podio in carriera e della seconda vittoria consecutiva sul circuito di Melbourne, dove si era imposto nel 2017 sempre davanti ad Hamilton. Quarto posto per la Red Bull di Daniel Ricciardo e quinto per Fernando Alonso con la McLaren. Sono andati a punti, nell’ordine, anche Max Verstappen (Red Bull), Nico Hulkenberg (Renault), Valtteri Bottas (Mercedes), Stoffel Vandoorne (McLaren) e Carlos Sainz Jr (Renault).

“Grande gara ragazzi grazie. Bella strategia”: così Sebastian Vettel ringrazia in italiano il team Ferrari via radio dopo aver trionfato. Poi, in inglese, continua: “Grande lavoro, ma c’è ancora lavoro da fare”.

“E’ andato tutto bene. Abbiamo avuto un po’ di fortuna con la safety car ma oggi mi sono veramente divertito. C’era tantissimo pubblico, le tribune piene e mi sono davvero goduto il giro di rientro”, ha detto Vettel al pubblico dell’Albert Park di Melbourne dopo aver festeggiato la vittoria.

“Devo fare i complimenti a Seb e alla Ferrari. Dobbiamo rivedere un po’ le strategie ma in gara abbiamo avuto un grandissimo passo”. Visibilmente deluso dopo la pole di ieri, Lewis Hamilton dal podio ha reso omaggio al tedesco. “Qui è difficile superare, anche in regime di drs – ha spiegato il britannico -. Alla fine ho cercato di preservare la macchina e il motore. E’ stato comunque un incredibile weekend, grazie a tutti i tifosi”.

“Non poteva esserci un inizio migliore per la Ferrari in questo Mondiale. Sentire l’inno di Mameli risuonare a Melbourne è stata un’emozione per tutti noi e per ogni tifoso della scuderia. È il riconoscimento più bello per la squadra, che ha messo a punto una monoposto competitiva e che ha saputo sfruttare le occasioni che si sono presentate con una strategia perfetta. Complimenti a Sebastian e Kimi autori entrambi di una grande gara”. Così il presidente della Ferrari, Sergio Marchionne.

Fonte:Ansa

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Ucraina, superata la linea rossa tra Nato e Russia. Con Biden fuori controllo

C'è aria di escalation tra l'Occidente e la Russia, un clima da guerra (ad avviso di molti osservatori 'poco...

DALLA CALABRIA

Il Csm nomina Bombardieri procuratore di Torino

Originario di Riace, 61 anni, il magistrato guidava dal 2018 la distrettuale di Reggio Calabria dopo essere stato aggiunto a Catanzaro

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)