20 Giugno 2024

Inchiesta su ‘ndrangheta, Rosso si dimette da consigliere: “Scelta etica”

Correlati

Roberto Rosso (Ansa)

Roberto Rosso, l’assessore regionale del Piemonte dimissionario dopo l’arresto con l’accusa di voto di scambio politico mafioso, ha rassegnato le dimissioni anche da consigliere regionale e da consigliere comunale di Torino. Una decisione personale, precisa il suo legale, l’avvocato Giorgio Piazzese, “maturata nella sua coscienza per il rispetto verso le Istituzioni e i cittadini”.

“Non era obbligato a dimettersi – precisa il difensore – la sua è stata una scelta etica autonoma per senso di responsabilità politica”. Rosso, sostiene il suo legale, è “consapevole della propria totale estraneità alla criminalità organizzata” e “auspica che la vicenda sia trattata nelle competenti sedi giudiziarie, le sole dove può e deve trovare soluzione”. Le dimissioni sono state ufficializzate sia in piazza Castello, sia a Palazzo di Città.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Corea del Nord, vertice a Pyongyang tra Vladimir Putin e Kim Jong-un

Il presidente russo Vladimir Putin e il leader nordcoreano Kim Jong-Un hanno partecipato a una grande manifestazione nella piazza...

DALLA CALABRIA

Traffico di droga e armi, 13 arresti tra Calabria e Sicilia

Un intenso traffico di cocaina sull'asse Calabria-Sicilia è stato scoperto e sgominato grazie a indagini della Squadra mobile della...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)