23 Luglio 2024

Maxi rissa per un cancello a Napoli, interviene l’esercito. 8 arresti

Correlati

rissaTre famiglie litigano tra loro per il cancelletto del condominio, sempre aperto o sempre chiuso, e così si scatena una maxi rissa. I partecipanti se le danno di santa ragione: alla fine il bilancio dell’intervento dei carabinieri è di otto arresti e di una denuncia di una diciassettenne. E’ accaduto nel quartiere di Soccavo, a Napoli.

Una telefonata al 112 segnala una rissa in strada. Le gazzelle arrivano e i militari notano una ventina di persone che si picchiano a pugni, calci e si tirano i capelli. Alla vista dei lampeggianti molti si dileguano, mentre 9 continuano a darsele più di prima.

I carabinieri, colpiti anche loro da spinte, calci e pugni, separano i litiganti. Urgono i rinforzi e sul posto intervengono la polizia e i militari dell’esercito. Separati tutti i violenti, si inizia a inquadrare la situazione. A “partecipare” alla rissa anche un cane di una delle famiglie che ha morso due persone.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Altro massacro a Gaza, Israele bombarda e ammazza altre 70 persone

Nuovo violento bombardamento da parte dell'esercito israeliano nelle zone orientali di Khan Yunis, a sud della Striscia di Gaza....

DALLA CALABRIA

Aggrediscono e rapinano un 27enne. Arrestati due venezuelani

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di reato emesso dalla...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)