20 Maggio 2022

Traffico internazionale di droga, 45 misure cautelari a Milano

Stessa categoria

polizia-cocainaUna banda di trafficanti che importava droga dal Perù, Olanda e Albania per immetterla nel mercato milanese, è stata sgominata dalla Polizia di Milano che ha eseguito 45 provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria con l’accusa di traffico internazionale di droga.

L’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Milano è stata emessa nei confronti di una rete criminale dedita al traffico e allo spaccio nel territorio milanese. Contestualmente è stato eseguito un fermo disposto dal Pubblico Ministero nei confronti di alcuni indiziati di delitto, per i quali è stato ritenuto concreto il pericolo di fuga conseguente all’esecuzione dell’ordinanza restrittiva. Complessivamente i due provvedimenti hanno riguardato 45 persone.

Le indagini della Squadra Mobile di Milano hanno evidenziato l’esistenza di un gruppo criminale, composto in prevalenza da italiani e sudamericani, attivo nell’importazione e nella commercializzazione di droga a Milano. La cocaina veniva importata dal Perù e dall’Olanda, mentre la marijuana proveniva dall’Albania.

La cocaina veniva trasportata dal Perù all’Italia su voli di linea ed occultata tra le cuciture di alcune borse e quella proveniente dall’Olanda veniva contrassegnata con loghi riportanti diverse annualità. Gli indagati esportavano la marijuana dall’Albania portandola in Olanda, ottenendo partite di cocaina da importare in Italia.

Nel corso delle indagini, iniziate a novembre 2013, erano già state arrestate 19 persone e sequestrati oltre 33 chili di cocaina, 580 chili di marijuana, 6 chili di hashish e 18mila euro in contanti. In via Padova, ove si trovava l’abitazione ed il centro operativo di alcuni dei cittadini sudamericani arrestati, gli agenti della Squadra Mobile a giugno 2014 avevano arrestato un cittadino italiano e sequestrato 8 chili di cocaina.

L’operazione “Rubens” ha portato ad identificare, all’interno della rete criminale, un gruppo di cittadini italiani che si occupavano del traffico di droga nei comuni a nord di Milano ed un gruppo di cittadini sudamericani che invece gravitava nelle zone cittadine di via Padova e Villa San Giovanni.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Usb aeroporto di Pisa: “In Ucraina armi anziché aiuti umanitari”

"Armi mascherate da "aiuti umanitari" dirette segretamente in Ucraina dall'Italia". Lo sostiene l'Unione sindacati di base dell'aeroporto di Pisa,...

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER