Monossido killer in azienda lamine, morti tre operai

Carlomagno Faro istituzionale

Monossido killer in azienda lamine, morti tre operaiGrave incidente sul lavoro a Milano, dove nel pomeriggio alcuni operai sono rimasti intossicati dalle esalazioni di gas mentre stavano ripulendo un forno in un’azienda di lamine in acciaio e titanio. Il bilancio è drammatico: tre operai sono morti ed uno versa in gravissime condizioni.

Intorno alle 17 di oggi pomeriggio nella ditta “Lamina”, in via Rho 9, alla periferia est del capoluogo lombardo, gli operai sono stati trovati svenuti in un sottoterra dov’è sono ubicate vasche di laminazione su cui erano impegnati gli operai. Scattato l’allarme, sul posto sono giunte una decina di ambulanze, i vigili del fuoco e i carabinieri.

Due operai, di cui non si conoscono ancora le identità, sono morti poco dopo il loro trasporto in ospedale. Un altro che era gravemente intossicato è morto poco dopo. Grave l’altro dipendente. Pare sia rimasto intossicato anche un pompiere accorso per prima sul luogo dell’incidente.

Al momento non è chiaro cosa sia realmente accaduto. I militari, coordinati dalla procura milanese, hanno avviato indagini per accertare le cause della tragedia. Dalle prime informazioni sembrerebbe che a causare le intossicazioni sia stato il monossido.

“Terribile l’incidente sul lavoro di Milano. Un pensiero commosso alle vittime, ai feriti e alle loro famiglie”, ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni.