Egeo, 24 morti in un naufragio. Tra le vittime 11 bambini

Egeo, 24 morti in un naufragio. Tra le vittime 11 bambini
I soccorritori turchi recuperano i cadaveri (Ansa/Epa)

Ancora una strage nel mare Egeo. In due naufragi sono morte complessivamente 35 migranti. Ventiquattro, tra cui 11 bambini, è il bilancio del naufragio di un barcone nella baia turca di Edremit, a poca distanza dall’isola greca di Lesbo. In un altro naufragio al largo della Turchia ci sono 11 morti. Altre 12 persone risultano disperse e le operazioni di soccorso proseguono. Il bilancio potrebbe salire.

Una neonata siriana di un anno è stata trovata morta alla stazione dei bus di Adana, nel sud della Turchia, dove era giunta con la madre dopo un viaggio di oltre 100 km a piedi da Aleppo, in fuga dalla guerra. Secondo i primi rilievi, la piccola Garam sarebbe morta per malnutrizione e freddo.

In Italia prima sentenza sulla tratta di esseri umani, condannati trafficanti.
Il gup di Palermo, Angela Gerardi, ha condannato a pene comprese tra due e sei anni e quattro mesi sei africani accusati di traffico di essere umani: si tratta della prima sentenza italiana che riconosce l’esistenza di un’organizzazione che gestiva il traffico dei migranti. Il processo, celebrato in abbreviato, nasce da un’indagine coordinata dal procuratore aggiunto di Palermo, Maurizio Scalia, e dai pm Gery Ferrara e Claudio Camilleri.